Integratori

Sali biliari: come funzionano + 9 motivi per cui ne hai bisogno

Soffri di gas, gonfiore, dolore addominale e ingiallimento della pelle? Potresti avere a che fare con una carenza di bile o di sali biliari. Una disfunzione biliare può alterare la salute del fegato, cistifellea, colon e pelle – portando all’infiammazione e all’accumulo di grassi e tossine.

Ma cos’è esattamente la bile e perché i sali biliari sono così importanti? È una domanda complicata e poliedrica, ma questo articolo ha lo scopo di semplificare la risposta in modo da poter determinare se gli integratori di sali di morso sono o meno una buona opzione per te.

La bile è un liquido digestivo che viene prodotto nel fegato e contiene sali biliari e altre sostanze che aiutano a scomporre i grassi dalla nostra dieta. Ogni giorno, il fegato produce circa 500-600 millilitri di bile, che consiste principalmente di acqua ed elettroliti, ma contiene anche composti organici come sali biliari, colesterolo, fosfolipidi, bilirubina e composti ingeriti, come le proteine. (1)

La bile, che è una secrezione giallo-verdastra, ha il compito di aiutare la digestione dei grassi nel duodeno, la prima regione dell’intestino tenue. I prodotti di scarto vengono anche eliminati dal corpo quando vengono secreti nella bile.

La bile viene continuamente secreta dalle cellule del fegato e quindi passata alla cistifellea, che viene attaccata al fegato e poggia sulla parte superiore dell’intestino tenue. Nella cistifellea, la bile viene immagazzinata e concentrata dall’assorbimento di acqua e piccoli elettroliti. Il corpo immagazzinerà bile e altre secrezioni fino a quando non saranno necessarie per eseguire la digestione. Dopo che mangiamo, il nostro dotto biliare si apre e consente a bile, enzimi e secrezioni di fare il loro lavoro.

I sali biliari sono il principale componente organico presente nella bile. Consentono al corpo di espellere il colesterolo e i composti potenzialmente tossici, come la bilirubina e i metaboliti dei farmaci. I sali biliari sono sintetizzati nelle cellule del fegato che sono chiamate epatociti, quindi immagazzinati nella cistifellea e secreti nella prima parte dell’intestino tenue. Quindi vengono riassorbiti e restituiti al fegato, dove vengono riciclati e riutilizzati dall’organismo.

9 benefici dei sali biliari

  1. Elimina il colesterolo e i composti tossici
  2. Combatti gli agenti infettivi
  3. Promuovere la cistifellea e la funzionalità epatica
  4. Aiuta a dissolvere i calcoli biliari
  5. Consentire la digestione e l’assorbimento di grassi e nutrienti
  6. Colpisce i batteri nell’intestino
  7. Aiuta a controllare i livelli di zucchero nel sangue
  8. Attiva il rilascio di glutatione
  9. Elimina la bilirubina

1. Eliminare il colesterolo e i composti tossici

I sali biliari sono anfipatici, il che significa che hanno una regione idrosolubile e liposolubile. Ciò consente loro di legarsi a grassi e oli ed emulsionarli nell’intestino, che è un ambiente a base d’acqua, quindi possono essere scomposti da enzimi digestivi. Questo è il ruolo dei sali biliari regolazione del colesterolo e aiuta a sbarazzarsi di rifiuti e tossine attraverso la bile.

Circa 500 milligrammi di colesterolo vengono convertiti in acidi biliari ed eliminati ogni giorno nella nostra bile. Il colesterolo viene secreto nella bile, che consente di eliminarlo dal corpo. Il colesterolo libero è insolubile nelle soluzioni a base d’acqua, ma quando è nella bile, è reso solubile dai sali biliari e dai lipidi come la lecitina. In questo stato, il colesterolo può essere trasportato e rimosso dal corpo attraverso la digestione. (2)

2. Combattere gli agenti infettivi

Gli acidi biliari funzionano anche come meccanismo di difesa per combattere agenti infettivi e tossine che possono portare a una serie di malattie, tra cui sepsi, herpes, psoriasi e infezione da parvovirus. La bile funziona come detergente disintossicante che ci protegge dai “grandi virus” che hanno una struttura esterna di lipoproteine, secondo una ricerca pubblicata sulla rivista fisiopatologia. Questo è chiamato un “sistema di difesa fisico-chimica” e non sarebbe in grado di proteggerci correttamente se non ci fossero abbastanza sali biliari presenti nel corpo. (3)

3. Promuovere la cistifellea e la funzionalità epatica

I sali biliari possono aiutare a migliorare la funzione della cistifellea riducendo l’infiammazione dei dotti biliari e aiutando a normalizzare il flusso sanguigno. Aiutano anche ad alleviare gas e gonfiore che può essere causato dalla disfunzione della cistifellea.

I sali biliari possono anche migliorare i sintomi delle malattie che colpiscono il fegato. Migliorano funzionalità epatica assistendo nel processo che rimuove le sostanze tossiche e i patogeni dal corpo. Se hai un’insufficienza di sale biliare, l’assunzione di integratori può aiutare a migliorare le condizioni del fegato come fibrosi cistica, malattia del fegato grasso non alcolica e cirrosi biliare primaria. (4, 5)

4. Aiuta a dissolvere i calcoli biliari

Calcoli biliari, che sono composti principalmente da particelle di colesterolo, si verificano quando il colesterolo e altra materia che si trova all’interno della bile si legano insieme e diventano solidi. Di conseguenza, si depositano nel rivestimento interno della cistifellea e nel tempo diventano calcoli biliari di colesterolo.

I sali biliari aiutano a dissolvere i calcoli biliari che si sono formati nella cistifellea e aiutano a prevenire che si formino in primo luogo abbattendo i grassi prima della cristallizzazione. Secondo una ricerca pubblicata nel World Journal of Gastroenterology, l’acido ursodesossicolico, un acido biliare presente in natura, può essere utilizzato come agente antinfiammatorio che funziona come approccio terapeutico alternativo nei pazienti ad alto rischio chirurgico con calcoli biliari sintomatici. (6)

5. Consentire la digestione e l’assorbimento di grassi e nutrienti

Una delle principali funzioni dei sali biliari è la solubilizzazione del grasso ingerito e le vitamine liposolubili, che ne consentono la digestione e l’assorbimento. Ciò accade quando i sali biliari causano la scomposizione dei globuli di grasso in goccioline microscopiche molto piccole. Questo processo si chiama emulsificazione ed è importante per la digestione dei grassi perché aumenta la superficie del grasso in modo che possa essere digerito da lipasi, i principali enzimi che scindono i grassi alimentari. (7)

Perché è così importante? Perché questi grassi sani e nutrienti liposolubili (come le vitamine A, E, D, K, magnesio, ferro e calcio) sono cruciali per la nostra salute, quindi abbiamo bisogno di sali biliari per facilitare l’assorbimento e la digestione da parte dei nostri corpi. Se non abbiamo abbastanza sali biliari nel corpo, possiamo sviluppare carenze nutrizionali perché non vengono assorbite correttamente.

6. Colpisce i batteri nell’intestino

I sali biliari svolgono attività antimicrobica e possono proteggerci dai batteri gram-positivi che crescono nell’intestino e svolgono effettivamente un ruolo nell’omeostasi intestinale controllando le dimensioni e la composizione dell’intestino.

I sali biliari sono composti antibatterici che interrompono le membrane batteriche e una loro diminuzione può essere correlata con un’alterazione dell’intestino microbiome e una crescita eccessiva di potenziali agenti patogeni. I sali biliari fungono anche da segnali ambientali per i batteri e le specie intestinali che sono adattati all’intestino e in grado di sopportare le attività antibatteriche dei sali. Questa è una relazione complessa che aiuta a regolare i batteri presenti nel microbiota. (8)

7. Aiuta a controllare i livelli di zucchero nel sangue

Gli acidi biliari agiscono come regolatori metabolici e svolgono un ruolo nel dispendio di glucosio, lipidi ed energia. Le ricerche condotte dal Dipartimento di medicina interna e dalla Fondazione Medica Sur, Dipartimento di Endocrinologia e Dipartimento di Gastroenterologia di Città del Messico mostrano che il miglioramento della segnalazione dell’acido biliare nell’intestino può contribuire all’omeostasi del glucosio, rendendo gli acidi biliari utili come potenziali bersagli terapeutici per il diabete. (9)

Secondo una ricerca pubblicata nel Journal of Clinical Investigation, gli acidi biliari attivano i recettori per superare la perdita di sensibilità all’insulina e inibire l’infiammazione. Gli scienziati sono ora alla ricerca di molecole in grado di imitare l’effetto degli acidi biliari e aiutare i pazienti con diabete di tipo 2. (10)

8. Attiva il rilascio di glutatione

Gli studi indicano che quando i sali biliari consentono l’aumento del flusso biliare, la quantità di biliare glutatione aumenta anche. Cosa c’è di così speciale nel glutatione? Bene, è considerata la “madre di tutti gli antiossidanti” perché svolge un ruolo in diversi processi corporei vitali. Aiuta il fegato a disintossicare il grasso prima dell’emissione della bile – togliendo lo stress dalla cistifellea – protegge il fegato dalle lesioni ossidative, aiuta a disintossicare alcune tossine e si coniuga con i farmaci in modo che siano più digeribili ed efficaci.

Varie forme di malattia del fegato mostra riduzione del glutatione cellulare e aumento dei livelli di stress ossidativo. Gli acidi biliari svolgono un ruolo fisiologico importante nella regolazione del metabolismo del glutatione. (11)

9. Eliminare la bilirubina

I sali biliari lavorano per eliminare la bilirubina dal corpo, il che è importante perché l’accumulo di questo prodotto di scarto può avere effetti dannosi sulla salute. (12) In effetti, secondo una ricerca pubblicata nel Journal of Lipid Research condotto presso il Dipartimento di Chirurgia della Northwestern University, troppa bilirubina nella pelle e nelle mucose può portare a itterizia, una condizione in cui la pelle e il bianco degli occhi diventano gialli, l’urina si scurisce e il colore delle feci diventa più chiaro.

Come funzionano i sali biliari

Per capire come funzionano i sali biliari, è utile acquisire familiarità con il ruolo della bile nei nostri corpi. La bile aiuta gli enzimi nel corpo a scomporre i grassi in acidi grassi, necessari per molte funzioni del corpo. La bile viene prodotta nel fegato, quindi viaggia verso la cistifellea attraverso un canale chiamato dotto cistico. Viene quindi conservato nella cistifellea tra i pasti e quando mangiamo viene spremuto attraverso il dotto biliare per abbattere il cibo prima che si sposti nell’intestino.

I sali biliari sono componenti della bile che gli permettono di mescolare i grassi con l’acqua, elettroliti e altre molecole organiche che si trovano nella bile. La bile ha bisogno di sali biliari per abbattere i grassi e impedire loro di cristallizzare. Questi sali sono prodotti naturalmente dal nostro corpo, ma alcune persone scelgono di utilizzare integratori di sali biliari per migliorare specifiche condizioni di salute. (13)

Qual è la differenza tra i sali biliari e l’acido biliare? Il più delle volte, questi termini sono usati in modo intercambiabile, ma tecnicamente sono diversi a causa della loro struttura e caratteristiche biologiche. I sali di bile costituiscono il termine collettivo utilizzato per gli acidi biliari e i solfati di alcol biliare, un altro componente importante della bile. Quando l’acido biliare è combinato con aminoacidi glicina o taurina, questo forma sali biliari. Quindi l’acido biliare si trasforma effettivamente in sali biliari quando coniugato con questi aminoacidi. Detto questo, potresti notare che i sali biliari sono talvolta chiamati acido biliare.

Come aumentare i sali biliari

Se hai una carenza di sale biliare, potresti beneficiare di integratori di sale biliare che sono disponibili online e presso i tuoi negozi di vitamine o di salute locali. Gli integratori di sali biliari agiscono per ripristinare gli effetti ipolipemizzanti emulsionando i lipidi. Quando hai una carenza di sale biliare, non ci sono abbastanza sali biliari funzionanti per assorbire e iniziare la decomposizione dei grassi, in modo che possano accumularsi nell’intestino e causare un elenco di sintomi.

Gli integratori di sali di bile vengono generalmente assunti durante i pasti in modo da favorire l’assorbimento e la digestione dei grassi e delle vitamine liposolubili. Quando acquisti integratori di sali biliari, inizia con dosi più basse e controlla come ti senti dopo i pasti. Cerca un integratore che contenga più acido colico, che è un acido biliare più idrosolubile. Scoprirai anche che la maggior parte degli integratori sono fatti con acido chenodesossicolico. Gli integratori di sale biliare sono generalmente prodotti con bue sterilizzato o bile bovina. Si consiglia di assumere integratori di sali biliari insieme a taurina, che può aiutare a ripristinare una sana formazione della bile.

Carenza di sali biliari

Quali sono i sintomi di una carenza di sale biliare?

Una carenza di bile o sali biliari può portare ai seguenti sintomi o condizioni:

  • Carenze vitaminiche: Se hai una carenza di sali biliari, potresti anche sviluppare una carenza di vitamine liposolubili, in particolare le vitamine D, A, E e K.
  • Bruciore di stomaco: Se i sali biliari non sono in grado di neutralizzare i cibi acidi che hai mangiato, ciò può portare a sintomi di bruciore di stomaco.
  • Gonfiore e tensione addominale: Senza abbastanza bile o sali biliari presenti nel tratto digestivo, avrai difficoltà a digerire i grassi, che possono portare a gonfiore e senso di oppressione all’addome.
  • Problemi digestivi: Quando i grassi attraversano il colon senza essere scomposti dai sali biliari, possono causare problemi digestivi come diarrea, gas e crampi allo stomaco.
  • Calcoli biliari: Senza i sali biliari per sciogliere i calcoli biliari, che sono costituiti da colesterolo, depositi di calcio e altri minerali, potresti riscontrare sintomi della cistifellea come dolore all’addome, tensione intorno allo stomaco e nausea.
  • Itterizia: Se i sali biliari non sono presenti per eliminare la bilirubina dal corpo, ciò può causare ittero.
  • Squilibrio ormonale: Quando i grassi non vengono digeriti e utilizzati correttamente, ciò può causare uno squilibrio ormonale.
  • Bassi livelli di colesterolo: Livelli di colesterolo inferiori a 170 possono indicare una carenza di acido biliare.
  • Danno al fegato: Quando i sali biliari non vengono creati e rilasciati, ciò può portare alla formazione di sottoprodotti chimici dannosi che possono danneggiare il fegato.

Quali condizioni sono associate a una carenza di sale biliare?

I disturbi di sintesi degli acidi biliari sono rari disturbi metabolici che comportano difetti nella creazione di acidi biliari. Quando il corpo non riesce a produrre acidi biliari funzionali, provoca l’accumulo di sostanze che normalmente verrebbero scomposte all’interno del corpo, il che può danneggiare alcuni organi. I disturbi della sintesi degli acidi biliari sono causati da mutazioni di geni specifici e possono portare a gravi problemi di salute come cirrosi e insufficienza epatica. Questi disturbi possono generalmente essere trattati con la terapia sostitutiva con acido biliare. (14)

colestasi è una condizione che comporta la riduzione del flusso biliare, che può essere causata da disturbi del fegato, del dotto biliare e del pancreas. La colestasi può essere problematica perché quando il flusso biliare è compromesso, le sostanze che vengono normalmente escrete nella bile vengono trattenute. (15)

Cosa causa la carenza di sale biliare?

La formazione di sali biliari anormali o di acidi biliari è il risultato di un flusso biliare improprio, che di solito è causato da una mutazione genetica. La sintesi impropria degli acidi biliari si verifica quando gli acidi biliari non sono sintetizzati correttamente dal fegato, che normalmente si verifica attraverso una serie di complesse reazioni chimiche che coinvolgono almeno 17 fasi enzimatiche. Quando un gene che ha il compito di codificare un enzima dell’acido biliare viene mutato, ciò porterà a un funzionamento insufficiente dell’acido biliare e può causare una carenza. Se gli acidi biliari non possono essere prodotti nel fegato, non sono disponibili per coniugare con taurina o glicina, che formano sali biliari.

Un’anomalia dei sali biliari può anche essere causata da insufficienza pancreatica o rimozione della cistifellea.

Quali sono i migliori rimedi per le condizioni che colpiscono la bile e i sali biliari?

  • Betaina: betaina è un aminoacido creato dalla colina in combinazione con l’amminoacido glicina. Benefica la salute del fegato aiutando con il processo di digestione dei grassi. Promuovendo la disintossicazione epatica, la betaina aiuta a scomporre e rimuovere grassi, tossine e sostanze chimiche in modo che non si accumulino e causino danni al fegato. (16)
  • Pectina: Pectina è un carboidrato che funge da gelificante, addensante e stabilizzante. Può aiutare ad alleviare la diarrea, un effetto collaterale comune degli integratori di sali biliari e tra le persone a cui è stata rimossa la cistifellea. La pectina aiuta anche a ridurre il colesterolo legandosi ai lipidi nell’intestino in modo che possano essere escreti. (17)
  • Colina: Colina svolge un ruolo nel trasporto di grasso dal fegato alle cellule di tutto il corpo. Aiuta a mantenere il fegato libero dall’accumulo di grasso che può accumularsi, specialmente quando si ha una carenza di sali biliari. (18)
  • Rimani idratato: Per migliorare la funzione biliare, è importante rimanere ben idratato, poiché l’85 percento della bile è costituito da acqua.

Sali di bile Supplementi Effetti collaterali

L’assunzione di integratori di sali biliari può causare diarrea per alcune persone perché quando non vengono assorbiti, si spostano direttamente nel colon e hanno effetti lassativi. Se manifesta diarrea da integratori di sali biliari, può essere utile ridurre la dose.

Altri problemi digestivi che possono essere causati da integratori di sali biliari includono costipazione, vomito e mal di stomaco. L’assunzione di troppi integratori di sale biliare può anche portare a un’infiammazione del colon e della pelle e può anche causare condizioni simili prurito e eritema.

Si rivolga al medico o al medico prima di assumere integratori di sali biliari. Inizia con basse dosi e controlla come il tuo corpo, in particolare il tuo apparato digerente, reagisce ai supplementi.

Pensieri finali

  • La bile è un liquido digestivo che viene prodotto nel fegato e contiene sali biliari e altre sostanze che aiutano a scomporre i grassi dalla nostra dieta.
  • I sali biliari sono importanti per la nostra salute perché consentono all’organismo di espellere il colesterolo e i composti potenzialmente tossici, come la bilirubina e i metaboliti dei farmaci. Altri benefici dei sali biliari includono la sua capacità di promuovere la cistifellea e la funzionalità epatica, aiutare a dissolvere i calcoli biliari, influenzare i batteri nell’intestino, controllare livelli di zucchero nel sanguee rilascia il glutatione.
  • Se hai una carenza di sali biliari, potresti trarre beneficio dagli integratori di sali biliari, che sono disponibili online e nei negozi di vitamine. Gli integratori di sali biliari agiscono per ripristinare gli effetti ipolipemizzanti emulsionando i lipidi.
  • Come fai a sapere se hai bisogno di integratori di sali biliari? Potresti riscontrare sintomi di carenza di sali biliari, come bruciore di stomaco, gonfiore e senso di oppressione addominale, problemi digestivi, calcoli biliari, carenze vitaminiche, danni al fegato, ittero e colesterolo basso.

Questo post è stato utile per te?

+0
Ultimi articoli

Ti potrebbe interessare

Menu