Oli e grassi

Olio di cartamo per la pelle e oltre: benefici, usi ed effetti collaterali

Il cartamo è considerato una delle più antiche colture esistenti, con radici che risalgono all’antico Egitto e alla Grecia. Oggi, la pianta del cartamo rimane una parte importante dell’approvvigionamento alimentare ed è spesso utilizzata per produrre l’olio di cartamo, un olio da cucina comune che viene utilizzato anche per produrre una varietà di alimenti trasformati, prodotti per la cura della pelle e altro ancora.

Mentre alcuni sostengono che il cartamo può favorire l’infiammazione e contribuire a malattie croniche, altri sottolineano che contiene diversi composti che promuovono la salute, tra cui la vitamina E, grassi sani per il cuore e acido linoleico coniugato (CLA).

Quindi l’olio di cartamo fa male? Oppure è tra gli olii da cucina sani che possono essere gustati con moderazione come parte di una dieta sana?

Ecco cosa dovete sapere.

Che cos’è l’olio di cartamo?

L’olio di cartamo è un tipo di olio vegetale ottenuto dai semi della pianta di cartamo. Per estrarre l’olio, i semi di cartamo vengono frantumati, pressati o trattati con solventi chimici.

Non solo l’olio è ampiamente utilizzato in cucina, ma è anche spesso usato per produrre margarina e alcuni prodotti trasformati come i condimenti per insalate. Si trova anche in una varietà di prodotti per la cura della pelle e cosmetici, il che è dovuto alla sua capacità di idratare la pelle e ridurre l’infiammazione.

Oltre al suo sapore delicato, all’alto punto di fumo e al colore vivace, il cartamo è anche naturalmente non OGM e vanta un ricco profilo nutrizionale. Infatti, ogni porzione è ricca di grassi monoinsaturi sani per il cuore, acidi grassi omega-6 e vitamina E.

Benefici / Usi per la pelle e oltre

1. Promuove la salute della pelle

Molte persone usano l’olio di cartamo per la salute della pelle, grazie alla sua capacità di lenire e idratare la pelle secca. Per questo motivo, l’olio di cartamo viene comunemente aggiunto ai prodotti per la cura della pelle e ai cosmetici grazie ai suoi benefici per la pelle.

Oltre a fornire una ricca dose di antiossidanti anti-infiammatori, è anche ricco di vitamina E.

I benefici della vitamina E per la salute della pelle sono particolarmente diffusi. studi mostrare che la vitamina E può aiutare nel trattamento di condizioni come dermatite atopica, psoriasi e acne, e può anche aiutare a migliorare la guarigione delle ferite.

2. Buono per la cottura a calore elevato

L’olio di cartamo ha un punto di fumo di circa 450 gradi Fahrenheit, il che significa che è in grado di resistere a temperature molto elevate senza abbattere o ossidare. Questo rende l’olio di cartamo per cucinare un’ottima scelta, specialmente quando si usano metodi a calore elevato come la frittura, la tostatura o la cottura.

Oltre a prevenire cambiamenti nel gusto e nell’aroma degli alimenti, la selezione di oli da cucina con un alto punto di fumo per questi metodi di cottura può anche inibire la formazione di composti dannosi noti come radicali liberi. Questi composti possono accumularsi nel corpo e contribuire a infiammazione e malattie, aumentando il rischio di condizioni gravi come malattie cardiache, cancro e diabete.

3. Migliora i livelli di colesterolo

L’olio di cartamo è ricco di grassi insaturi, che sono una forma di grasso salutare per il cuore che è stata collegata a livelli di colesterolo ridotti. Sono particolarmente ricchi di grassi monoinsaturi, che sono stati dimostrati diminuire i livelli di colesterolo LDL totale e cattivo, entrambi i principali fattori di rischio per le malattie cardiache.

Inoltre, secondo uno studio pubblicato nel diario Nutrizione Clinica, consumando otto grammi di olio di cartamo ogni giorno è stato in grado di ridurre i marker di infiammazione e aumentare i livelli di colesterolo HDL, un tipo benefico di colesterolo che aiuta a rimuovere la placca grassa dalle arterie.

4. Stabilizza lo zucchero nel sangue

Alcuni studi hanno scoperto che l’olio di cartamo favorisce il controllo della glicemia e può persino ridurre il rischio di complicanze legate al diabete. Ad esempio, uno studio condotto da Ohio State University scoperto che il consumo di olio di cartamo ogni giorno per 16 settimane ha portato a significative riduzioni dell’emoglobina A1C, che è un indicatore usato per misurare il controllo a lungo termine dello zucchero nel sangue.

Inoltre, a studiare fuori dall’Italia ha anche scoperto che lo scambio di grassi saturi con grassi monoinsaturi come l’olio di cartamo potrebbe migliorare la sensibilità all’insulina, consentendo al corpo di utilizzare l’insulina in modo più efficiente per mantenere livelli di zucchero nel sangue stabili.

5. Diminuisce l’infiammazione

L’infiammazione cronica è creduto essere alla radice di una serie di diverse malattie, tra cui condizioni autoimmuni, malattie cardiache e cancro. Alcuni studi hanno scoperto che l’olio di cartamo può possedere potenti proprietà anti-infiammatorie e può aiutare a ridurre diversi marcatori chiave dell’infiammazione.

Tieni presente che l’olio di cartamo contiene anche elevate quantità di acidi grassi omega-6, che possono effettivamente contribuire all’infiammazione se consumati in quantità elevate. Assicurati di abbinare il cartamo con una varietà di altri grassi sani, tra cui molti alimenti omega-3, per aiutare a massimizzare i potenziali benefici per la salute.

Rischi ed effetti collaterali

Molti sostengono che il CLA trovato nell’olio può aiutare a promuovere la perdita di peso. Tuttavia, nonostante le numerose e brillanti recensioni di olio di cartamo CLA, l’olio di cartamo non è una buona fonte di CLA e contiene quantità minime rispetto ad altri alimenti come carne di manzo e latticini.

Inoltre, anche se ci sono molte recensioni di dieta di cartamo CLA là fuori che affermano che esiste un legame tra olio di cartamo e perdita di peso, la maggior parte della ricerca mostra che ha nessun impatto sul peso corporeo.

Inoltre, l’olio di cartamo è molto ricco di grassi e calorie. Mentre può sicuramente essere incluso con moderazione come parte di una dieta equilibrata, il consumo di elevate quantità può aumentare il consumo di calorie, il che potrebbe contribuire all’aumento di peso.

Molte persone si chiedono anche: l’olio di cartamo è infiammatorio? Molti oli vegetali, incluso l’olio di cartamo, contengono elevate quantità di acidi grassi omega-6, che sono un tipo di acidi grassi essenziali presenti in una varietà di alimenti.

Tuttavia, avere un alto rapporto di acidi grassi omega-6 e omega-3 nella dieta può contribuire all’infiammazione. Pertanto, è meglio assicurarsi di assumere una buona quantità di alimenti omega-3 anche nella dieta, insieme ad altri grassi sani come olio d’oliva, pesce, olio di cocco e burro nutrito con erba.

Tieni presente che il cartamo può anche interferire con la coagulazione del sangue, che potrebbe aumentare il rischio di sanguinamento in soggetti con determinate condizioni. Per questo motivo, se stai assumendo farmaci per la coagulazione del sangue o hai un intervento chirurgico imminente, è meglio consultare il proprio medico prima di apportare modifiche alla dieta per prevenire eventuali effetti collaterali dell’olio di cartamo CLA.

Dosaggio / Come usare

Ti stai chiedendo dove acquistare l’olio di cartamo e quanto dovresti includere nella tua dieta?

L’olio di cartamo è ampiamente disponibile nella maggior parte dei negozi di alimentari, spesso accanto ad altri oli vegetali come olio di oliva, girasole e colza.

Tieni presente che l’olio di cartamo è disponibile in varietà raffinate e non raffinate. Sebbene il cartamo non raffinato sia meno elaborato, tende anche ad avere un punto di fumo più basso.

Considera le tue esigenze e preferenze personali quando acquisti l’olio di cartamo per trovare quello che fa per te.

L’importo di cui dovresti godere come parte di una dieta sana può variare in base a una serie di diversi fattori, tra cui il peso, il sesso e il livello di attività.

Tuttavia, come regola generale, il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti ha stabilito quanto segue linee guida per il consumo giornaliero di olio:

  • Bambini 2–3 anni: 3 cucchiaini
  • Bambini da 4 a 8 anni: 4 cucchiaini
  • Ragazze da 9 a 13 anni: 5 cucchiaini
  • Ragazze 14-18 anni: 5 cucchiaini
  • Ragazzi 9–13 anni: 5 cucchiaini
  • Ragazzi dai 14 ai 18 anni: 6 cucchiaini
  • Donne dai 19 ai 30 anni: 6 cucchiaini
  • Donne di età superiore ai 31 anni: 5 cucchiaini
  • Uomini 19–30 anni: 7 cucchiaini
  • Uomini di età superiore ai 31 anni: 6 cucchiaini

Tieni presente che queste quantità dovrebbero includere anche altri grassi sani, tra cui noci, semi, avocado, burro di noci, burro di origine vegetale e altri tipi di olio vegetale.

Se stai seguendo una dieta chetogenica o sei molto attivo, questi importi potrebbero essere leggermente più alti per te.

L’olio di cartamo è ideale per i metodi di cottura a calore elevato come la tostatura, la cottura al forno e la frittura. A causa del suo colore e aroma distinti, può anche essere usato come sostituto dello zafferano economico in alcuni piatti.

Per uso topico, aggiungi semplicemente alcune gocce di olio sulle zone secche, ruvide o squamose della pelle. In alternativa, prova a mescolarlo con alcune gocce di olio essenziale, come l’albero del tè o la camomilla, e massaggiandolo sulla pelle.

Conclusione

  • L’olio di cartamo è un tipo di olio vegetale ottenuto dalla pianta di cartamo. È comunemente usato per cucinare e aggiunto alla margarina, condimenti per insalata e prodotti per la cura della pelle.
  • Alcuni dei potenziali benefici dell’olio di cartamo includono un migliore controllo della glicemia, riduzione dei livelli di colesterolo, diminuzione dell’infiammazione e miglioramento della salute della pelle.
  • Poiché ha un alto punto di fumo, può essere utilizzato anche per metodi di cottura a calore elevato come friggere o arrostire senza abbattere o ossidare.
  • In quantità elevate, potrebbe contribuire all’aumento di peso e all’infiammazione. Può anche interferire con la coagulazione del sangue per i soggetti con disturbi emorragici.
  • Per iniziare a sfruttare i potenziali benefici del cartamo, prova a incorporarlo nella tua routine di cura della pelle naturale o scambiandolo con altri grassi nella tua dieta.

Questo post è stato utile per te?

+0
Ultimi articoli

Ti potrebbe interessare

Menu