Frutta

La prugna favorisce la digestione e la salute cardiovascolare

Sapevate che resti di prugne sono stati trovati nei siti archeologici dell’età neolitica insieme a olive, uva e fichi? In effetti, le prugne potrebbero essere state uno dei primi frutti addomesticati dall’uomo e, se si prende in considerazione l’ampia gamma di benefici della prugna, ha perfettamente senso.

Quelle prugne rosse rotonde che passi nel negozio di alimentari durante i mesi estivi e autunnali sono piene di antiossidanti che aiutano a combattere le malattie e i segni dell’invecchiamento, insieme a tutta una serie di altri benefici delle prugne. Per non parlare delle prugne secche e succo di prugna, che provengono da prugne secche e aiutano a regolare la digestione.

Quando approfondisci un po ‘la nutrizione delle prugne, è facile capire perché questo frutto è apprezzato nella medicina tradizionale per i suoi effetti curativi e nutrienti. Continua a leggere per saperne di più su questo meraviglioso frutto e sui benefici della prugna che puoi ottenere dal mangiarlo.

Cosa sono le prugne? Tipi di prugne

Una prugna è un frutto del sottogenere e del genere Prunus. Le prugne appartengono alla stessa famiglia di ciliegie ricche di benefici e pesche, in quanto sono tutti fiori che producono un frutto con un solco che corre lungo un lato e una pietra liscia o una fossa.

I susini commerciali sono di medie dimensioni, generalmente potati a 16 piedi di altezza. Le prugne hanno solitamente un diametro compreso tra 1 e 3 pollici e la loro forma è a forma di globo o ovale. Le prugne sono caratterizzate come drupe. Ciò significa che il frutto carnoso circonda un singolo seme duro.

Le prugne sono disponibili in un’ampia varietà di colori e dimensioni. Alcuni sono molto più sodi di altri, e i colori vanno dal giallo al bianco, verde e rosso. La prugna rossa tende ad essere la varietà più comune e popolare.

Il gusto della prugna varia dal dolce alla crostata. Il frutto è succoso e delizioso se mangiato fresco, e può anche essere essiccato, usato nella marmellata e aggiunto ad altre ricette. Il succo di prugna può anche essere fermentato nel vino di prugne.

Le prugne secche (o prugne secche) sono anche dolci e succose. Inoltre, contengono diversi antiossidanti e sono considerati i migliori alimenti antiossidanti, tenendo conto dei numerosi benefici della prugna. Prugne e prugne sono entrambe conosciute per il loro effetto lassativo. Ciò è attribuito a vari composti presenti nei frutti, come fibre alimentari, sorbitolo e isatina. Perché aiutano il apparato digerente, le prugne e il succo di prugna sono spesso usati per aiutare a regolare il funzionamento dell’apparato digerente.

Un documento del 2013 pubblicato in Recensioni critiche nella nutrizione alimentare e scientifica suggerisce che gli spuntini sulle prugne secche possono aumentare sazietà e ridurre la successiva assunzione di cibo. Pertanto, la prugna aiuta la salute controllare l’obesità, diabete e malattie cardiovascolari correlate. Nonostante il loro sapore dolce, le prugne secche non causano un aumento significativo della glicemia e dell’insulina dopo i pasti e i benefici delle prugne non finiscono qui. (1)

Le prugne secche influiscono anche sul tratto gastrointestinale prevenendo la costipazione e possibilmente il cancro del colon. I composti bioattivi nelle prugne secche e i loro metaboliti possono anche agire come agenti antibatterici sia nel tratto gastrointestinale che urinario.

Potresti anche aver sentito parlare di prugne umeboshi, che sono un alimento base nella cucina giapponese. Le prugne di Umeboshi sono anche chiamate “prugne acide” o “prugne giapponesi”. Tuttavia, sono fatti con frutta ume essiccata e in salamoia, che è strettamente correlata all’albicocca.

C’è anche il prugna di kakadu, ma questo tipo di prugna è in realtà più simile a una mandorla. Rimane sulla pianta di kakadu dopo la maturazione e ha dimensioni simili a un’oliva o una ciliegia.

I 9 principali vantaggi della prugna

1. Alta fonte di antiossidanti

Uno dei maggiori benefici della prugna sono le sue potenti proprietà antiossidanti. Le prugne contengono vitamina C e fitonutrienti, come luteina, criptoxantina, zeaxantina, acido neoclorogenico e clorogenico. Alimenti ad alto contenuto di antiossidanti aiuta a prevenire alcuni tipi di danno cellulare, in particolare quelli causati dall’ossidazione.

Quando alcuni tipi di molecole di ossigeno sono autorizzati a viaggiare liberamente nel corpo, provocano il cosiddetto danno ossidativo o la formazione di radicali liberi. I radicali liberi sono molto pericolosi per i tessuti del corpo e sono stati collegati a gravi condizioni di salute come il cancro e l’invecchiamento precoce. Il corpo utilizza antiossidanti per prevenire se stesso dai danni causati dall’ossigeno.

Uno studio del 2009 pubblicato su Journal of Medicinal Food suggerisce che le prugne sono ricche di antiossidanti naturali e proteggono i granulociti (un tipo di globuli bianchi) dallo stress ossidativo. Lo studio è stato progettato per testare l’attività antiradicale di sette varietà di prugne. I loro effetti protettivi contro lo stress ossidativo sono stati valutati comparativamente nei globuli bianchi dei topi. I ricercatori hanno concluso: “I risultati suggeriscono che i singoli polifenoli contribuiscono direttamente all’effetto protettivo totale delle prugne”. (2)

Alcuni altri benefici del consumo di prugne e altri alimenti antiossidanti comprendono l’invecchiamento più lento, la pelle luminosa, il rischio ridotto di cancro, il supporto di disintossicazione e una durata della vita più lunga.

2. Aiuta la digestione

Le prugne sono una buona fonte di fibre alimentari e aiutano a regolare il sistema digestivo. Le prugne secche o le prugne secche, in particolare, sono più efficaci nell’aiutare i disturbi digestivi come la costipazione. Consumare prugne e altro alimenti ricchi di fibre due volte al giorno può aiutare a curare la costipazione. Questo perché le prugne hanno sia fibre solubili che insolubili. (3)

La fibra solubile, che si trova nella polpa di una prugna, si dissolve in una massa colla. Questa massa intrappola grassi, zuccheri, batteri e tossine e aiuta a spostarli fuori dal corpo. Abbatte i carboidrati, abbassa i livelli di colesterolo cattivo e migliora la salute cardiovascolare.

La fibra insolubile, presente nella pelle di una prugna, non si dissolve. I suoi componenti rigidi strofinano il rivestimento del tratto digestivo, rimuovendo la placca mucosa, le tossine intrappolate e altro materiale. Pertanto, i benefici della prugna includono l’essere uno dei migliori rimedi naturali per costipazione, promuovendo la regolazione intestinale e la glicemia costante.

Uno studio del 2016 pubblicato in Nutrizione molecolare e ricerca alimentare trovato che i carotenoidi e polifenoli trovato nelle prugne (e nei cavoli) ha ridotto l’infiammazione gastrointestinale e ha stimolato la digestione. (4)

3. Abbassa il colesterolo

Prugne secche anche abbassare i livelli di colesterolo naturalmente. La presenza di fibra solubile nelle prugne può aiutare a ridurre il colesterolo LDL interferendo con l’assorbimento del colesterolo alimentare. (5)

Le prugne riducono il colesterolo legandosi agli acidi biliari e rimuovendoli dal corpo. Questi acidi biliari sono composti usati per digerire il grasso. Sono fatti dal fegato dal colesterolo. Quando vengono rimossi dal corpo, attraverso le feci, il fegato deve creare nuovi acidi biliari. Questo consuma più colesterolo, con conseguente abbassamento del colesterolo in circolazione.

4. Migliora la salute cardiovascolare

I flavonoidi e i componenti fenolici – come gli antociani, gli acidi clorogenici, la quercetina e le catechine – presenti nelle prugne hanno effetti anti-infiammatori sulle diverse cellule corporee. Alimenti anti-infiammatori aiuta a prevenire condizioni di salute come colesterolo alto, diabete e malattie cardiovascolari.

La vitamina K presente nelle prugne è anche benefica per il cuore, quindi considera di affrontare il fin troppo comune carenza di vitamina K. al momento. Questa vitamina ha dimostrato di aiutare a prevenire la calcificazione delle arterie, una delle principali cause di attacchi di cuore. Funziona trasportando il calcio fuori dalle arterie e non permettendogli di formare depositi di placca duri e pericolosi. La vitamina K aiuta a prevenire l’indurimento delle arterie perché può tenere il calcio fuori dai rivestimenti delle arterie e da altri tessuti del corpo, dove può causare danni.

Alcuni studi dimostrano che la vitamina K è un nutriente fondamentale per ridurre l’infiammazione e proteggere le cellule che rivestono i vasi sanguigni, comprese le vene e le arterie. Il consumo di livelli adeguati di vitamina K è importante per prevenire la pressione alta e diminuendo le possibilità di arresto cardiaco. Un promettente studio del 2014 pubblicato su Journal of Nutrition ha scoperto che l’assunzione dietetica di vitamina K è associata a un ridotto rischio di mortalità cardiovascolare, cancro o per tutte le cause in una popolazione mediterranea ad alto rischio di malattie cardiovascolari. (6)

Uno studio sugli animali condotto all’Università del Minnesota ha scoperto che quando i topi venivano nutriti con diete contenenti lo 0,15 percento di colesterolo e polvere di prugne essiccata per cinque mesi, la polvere di prugne essiccata sembrava aiutare a rallentare lo sviluppo aterosclerosi, che è la causa principale di malattie cardiache e ictus. (7)

5. Supporta la salute cognitiva

Il fitonutrienti la presenza di prugne è uno dei maggiori benefici della prugna perché aiuta a ridurre l’infiammazione nelle aree neurologiche e migliora la capacità di apprendere e conservare le informazioni. Ciò significa che le prugne aiutano a prevenire i disturbi neurodegenerativi legati all’età, servendo come trattamenti naturali per l’Alzheimer e le malattie del Parkinson.

Uno studio del 2015 pubblicato su British Journal of Nutrition afferma che “l’invecchiamento accompagnato da un declino delle prestazioni cognitive può essere il risultato degli effetti a lungo termine dello stress ossidativo sui processi neurologici”. Lo studio è stato progettato per osservare gli effetti delle prugne orientali ricche di polifenoli sulla funzione cognitiva e sulla disposizione dell’espressione proteica nel cervello dei topi che sono stati nutriti con una dieta ricca di colesterolo per cinque mesi.

I risultati hanno mostrato che le concentrazioni di colesterolo nel sangue e nel cervello erano significativamente più alte nel gruppo che mangiava una dieta ricca di colesterolo rispetto al controllo e alla dieta ricca di colesterolo con gruppi di prugne orientali. I ricercatori concludono che l’incorporazione di prugne orientali in una dieta ricca di colesterolo può migliorare alcuni dei sintomi delle condizioni neurodegenerative (o dei neuroni nel cervello). (8)

6. Aiuta la salute della pelle

Il contenuto di vitamina C nelle prugne serve come beneficio per la pelle e i vasi sanguigni. Uno studio del 2007 pubblicato su American Journal of Clinical Nutrition valutato oltre 4.000 donne di età compresa tra 40 e 74 anni e scoperto che l’assunzione maggiore di vitamina C ha ridotto la probabilità di un aspetto rugoso, secchezza della pelle e ha aiutato invecchiamento naturalmente lento. (9)

Una revisione scientifica pubblicata nel 2017 indica che la vitamina C è importante per il mantenimento della pelle. Funziona come fattore protettivo contro i fotodamaggi indotti dai raggi UV e stimola collagene sintesi. (10)

La vitamina C viene utilizzata per formare un’importante proteina che aiuta a creare pelle, tendini, legamenti e vasi sanguigni. Aiuta a guarire le ferite e forma il tessuto cicatriziale. Vi sono anche alcune prove che l’uso della crema per la pelle alla vitamina C può ridurre la quantità e la durata del rossore della pelle a seguito di procedure cosmetiche sulla pelle, come la rimozione di rughe o cicatrici.

7. Potenzia il sistema immunitario

Il contenuto di vitamina C nelle prugne è benefico per gli individui il cui sistema immunitario è indebolito a causa dello stress. Considerando che lo stress è diventato una condizione comune nella nostra società, un apporto sufficiente di alimenti a base di vitamina C. può servire come strumento ideale per la salute generale.

Uno studio del 2006 pubblicato su Annali di nutrizione e metabolismo afferma che “la vitamina C contribuisce a mantenere l’integrità redox delle cellule e quindi le protegge dalle specie reattive dell’ossigeno generate durante l’esplosione respiratoria e nella risposta infiammatoria”.

I risultati dello studio, testando gli effetti della vitamina C e dello zinco sulle condizioni cliniche, hanno scoperto che l’assunzione adeguata di vitamina C e zinco migliora i sintomi e riduce la durata delle infezioni del tratto respiratorio, tra cui prevenire il raffreddore comune. Inoltre, la vitamina C e lo zinco riducono l’incidenza e migliorano l’esito delle infezioni da polmonite, malaria e diarrea, specialmente nei bambini nei paesi in via di sviluppo. (11)

8. Riduce il rischio di diabete

Il diabete è una malattia che causa livelli elevati di zucchero nel sangue. Se il pancreas non produce quantità adeguate di insulina o se le nostre cellule non sono in grado di elaborare correttamente l’insulina, si ottiene il diabete. Poiché il glucosio non viene utilizzato correttamente, si accumula nel flusso sanguigno, determinando l’indicatore comune del diabete: glicemia alta o zucchero.

Le prugne hanno un livello basso indice glicemicoe gli estratti di prugna aiutano a ridurre i livelli di glucosio nel sangue e trigliceridi nel corpo. La presenza di flavonoidi è un altro vantaggio della prugna perché proteggono il corpo dall’insulino-resistenza. È anche la presenza di fibra solubile nelle prugne che aiuta a normalizzare i livelli di zucchero nel sangue e funge da rimedio naturale per il diabete. La fibra solubile aiuta a svuotare lo stomaco a un ritmo più lento. Questo influenza i livelli di zucchero nel sangue e ha un effetto benefico sulla sensibilità all’insulina. Aiuta anche a controllare il diabete.

I risultati di tre studi prospettici di coorte longitudinali mostrano che un maggiore consumo di frutti interi specifici, tra cui prugne e prugne, è associato a un minor rischio di diabete di tipo 2, mentre un maggiore consumo di succo di frutta è associato a un rischio più elevato. (12)

9. Aumenta la salute delle ossa

I polifenoli e il potassio nelle prugne sono benefici per le ossa perché aumentano la densità ossea e prevengono la perdita ossea. Questo può essere estremamente utile per le persone con osteoporosi. Il potassio trovato nelle prugne è necessario per aiutare a proteggere le ossa dal diventare deboli e soggette a rotture o fratture. Quando le persone hanno potassio basso livelli, le loro ossa non sono adeguatamente tamponate dagli effetti degli acidi solforati e possono diventare demineralizzate, deboli e porose. Questo è ciò che aumenta il rischio di osteoporosi e fratture. (13)

L’osteoporosi è quando si formano piccoli buchi o aree indebolite nell’osso che possono portare a fratture, dolore e persino alla gobba di un Dowager. È generalmente osservato nelle donne anziane di età superiore ai 50 anni. Le cause principali dell’osteoporosi includono l’invecchiamento, lo stress emotivo, le carenze nutrizionali e gli squilibri ormonali. Prugne e altro cibi ricchi di potassio, servire come a trattamento naturale per l’osteoporosi perché aiutano a rafforzare le ossa e migliorare la formazione ossea.

Benefici della prugna: fatti di nutrizione della prugna

I numerosi benefici della prugna sono il risultato del suo contenuto di vitamine e minerali. Le prugne non solo aiutano la digestione, ma sono anche note per migliorare la salute cardiovascolare, rafforzare il sistema immunitario, aiuta la salute della pelle, combattere i radicali liberi e abbassare il colesterolo.

Una tazza (circa 165 grammi) di prugna affettata ha circa: (14)

  • 76 calorie
  • 19 grammi di carboidrati
  • 1,2 grammi di proteine
  • 0,5 grammi di grasso
  • 2,3 grammi di fibra alimentare
  • 15,7 milligrammi di vitamina C (26 percento DV)
  • 10,6 microgrammi di vitamina K (13 percento di DV)
  • 569 unità internazionali vitamina A (11 percento DV)
  • 259 milligrammi di potassio (7% DV)
  • 0,1 milligrammi di rame (5 percento DV)
  • 0,1 milligrammi di manganese (4 percento di DV)

Inoltre, le prugne contengono vitamina E, tiamina, riboflavina, niacina, vitamina B6, acido folico, acido pantotenico, calcio, ferro, magnesio, fosforo e zinco.

Vantaggi e usi della prugna nella medicina tradizionale

Nella medicina tradizionale, i cibi acidi o aspri vengono consumati nei mesi più freddi per favorire il fegato qi e nutre i polmoni. Quando la temperatura esterna diventa più fredda e le condizioni respiratorie diventano più diffuse, mangiare prugne è pensato per aiutare a eliminare questa umidità.

Le prugne sono utilizzate nella medicina tradizionale per i loro effetti lassativi. Mangiare prugne può aiutare la digestione e alleviare la costipazione. Sono anche usati per migliorare la salute del cuore a causa del loro contenuto di fibre. (15)

Prugna contro Prugna contro Pesca

Le prugne sono prugne secche naturalmente. In realtà, il termine “prugne secche” sta scomparendo in popolarità. Oggi il termine ufficiale è “prugne secche”. La maggior parte delle prugne che trovi nel negozio di alimentari provengono da alcuni susini che crescono prugne che possono essere essiccate pur contenendo il seme.

Molte persone si rivolgono alle prugne secche per il loro contenuto di fibre al fine di alleviare costipazione e altri problemi digestivi. Ottieni tutti i benefici delle prugne confezionate in una prugna secca e rugosa. Tuttavia, tieni presente che una tazza di prugne a fette e una tazza di prugne non sono equivalenti quando si tratta del loro contenuto nutrizionale. Le prugne contengono concentrazioni più elevate della maggior parte dei nutrienti, ma contengono anche più calorie e zuccheri per porzione, quindi non esagerare.

Alcune persone trovano l’idea di mangiare prugne non più allettanti, quindi si rivolgono al succo di prugne per il suo lieve effetto lassativo. Il succo di prugna può anche aiutare a rafforzare le ossa e migliorare la salute del cuore.

La pesca è un frutto fresco che appartiene allo stesso genere delle prugne. Come le prugne, le pesche sono ricche di antiossidanti che combattono le malattie, tra cui tutte e cinque le classificazioni di carotenoidi. Nutrizione di pesca include anche una buona quantità di vitamina A, vitamina C e potassio. Le prugne testa a testa, tuttavia, forniscono maggiori quantità di questi micronutrienti.

Come le prugne, le pesche possono essere consumate per migliorare la salute del cuore, degli occhi, della pelle e della digestione. Aiutano a ridurre l’infiammazione e combattere lo stress ossidativo che contribuisce alla malattia.

Dove trovare e come usare le prugne

Puoi trovare prugne fresche nel tuo negozio di alimentari locale o nel mercato degli agricoltori nei mesi estivi e autunnali, di solito da fine maggio a ottobre.

Quando acquisti prugne fresche, cerca quelle che sono leggermente sode e che cedono un po ‘alla pressione. Non andare per le prugne che sono già morbide o contuse. Se la prugna ha un aroma dolce, è pronta da mangiare. E non dimenticare che puoi mangiare la pelle delle prugne quando le mangi fresche, ma alcune ricette richiedono anche prugne sbucciate.

Le prugne devono essere conservate in frigorifero, a meno che la prugna non sia troppo solida e non desideri che maturi rapidamente, quindi tienila a temperatura ambiente in un luogo buio, come un sacchetto di carta.

Ci sono tanti modi divertenti e salutari per incorporare le prugne nella tua dieta. Le prugne sono un’ottima aggiunta a tanti prodotti da forno, snack e insalate. Prova ad aggiungere questo delizioso frutto a:

  • crostate
  • torte
  • si apre il ghiaccio
  • insalate
  • fiocchi d’avena
  • Yogurt
  • frullati
  • budino

Le prugne secche sono disponibili tutto l’anno. Sono anche utili per la tua salute. Proprio come le prugne fresche, possono essere aggiunte a numerosi piatti sani. Sono morbidi, dolci e dal sapore profondo. A volte le persone mescolano prugne e vino porto o brandy per intensificare il sapore. Usa prugne secche o prugne secche in:

  • torta
  • gelato
  • condimenti
  • insalate
  • piatti di pollo
  • piatti di maiale
  • piatti di pancetta
  • crostate per la cena

Precauzioni per le prugne

Le prugne contengono ossalati, che possono causare calcoli renali. Per questo motivo, le persone con una storia di calcoli renali dovrebbero evitare di consumare prugne.

Si ritiene inoltre che in alcune persone, questi ossalati riducano l’assorbimento del calcio, con conseguente aumento dei livelli di calcio nei reni. In definitiva, ciò può causare la formazione di calcoli piccoli o addirittura grandi nei reni e nella vescica. Le persone con calcoli renali possono essere in grado di mangiare una piccola quantità di prugne, quindi prendila lentamente e presta molta attenzione ai risultati del consumo di prugne.

Considerazioni finali sui vantaggi di Plum

  • Una prugna è un frutto della stessa famiglia di pesche e ciliegie. È uno dei primi frutti ad essere stato addomesticato dagli umani.
  • Cosa fanno le prugne per il tuo corpo? I benefici della prugna derivano dal loro alto contenuto di antiossidanti, che aiuta a combattere le malattie. I benefici della prugna includono anche la capacità di rafforzare il sistema immunitario, migliorare la salute del cuore e aumentare la funzione cerebrale.
  • Le prugne forniscono anche una gamma di micronutrienti, tra cui una buona quantità di vitamina C, vitamina K, vitamina A e potassio. Inoltre, le prugne sono un’ottima fonte di fibre, soprattutto quando vengono essiccate, il che spiega i benefici delle prugne per la digestione.

Questo post è stato utile per te?

+0
Ultimi articoli

Ti potrebbe interessare

Menu