Integratori

I benefici dell’olio di Krill sono persino migliori dei benefici dell’olio di pesce?

Stai cercando di perdere qualche chilo, migliorare la tua pelle o mantenere il cervello acuto? Ti consigliamo di prendere l’olio di krill. Alto in entrambi acidi grassi omega-3 e antiossidanti, i potenziali benefici dell’olio di krill sono piuttosto impressionanti.

Mentre non consumo personalmente l’olio di krill, che proviene da crostacei, mentre seguo a dieta biblica, ha guadagnato una popolarità diffusa negli ultimi anni come alternativa sicura e salutare all’olio di pesce. I vantaggi dell’olio di krill vs. olio di pesce sono quasi identici, ma l’olio di krill è più biodisponibile, più sostenibile e ha meno probabilità di essere contaminato da mercurio o metalli pesanti.

Quindi da cosa è fatto l’olio di krill, come può influire sulla tua salute e dovresti aggiungerlo alla tua routine quotidiana? Diamo un’occhiata.

Cos’è l’olio di Krill?

L’olio di krill è un integratore estratto da una specie di krill antartico, che è un piccolo crostaceo simile a un gambero che si trova nell’Oceano Antartico. Situato nella parte inferiore della catena alimentare, i krill si nutrono principalmente di fitoplancton, o microscopico marine alghe.

L’olio di krill contiene una quantità altamente concentrata di acidi grassi omega-3, che sono stati collegati a un ampio elenco di benefici per la salute, dalla ridotta infiammazione a un ridotto rischio di malattie croniche. (1) Oltre agli acidi grassi omega-3, l’olio di krill contiene anche acidi grassi derivati ​​dai fosfolipidi e astaxantina, un potente carotenoide venerato per le sue proprietà antiossidanti.

Dai un’occhiata alle recensioni incandescenti di krill oil online e vedrai presto il potente effetto che questo integratore può avere sulla salute. I benefici dell’olio di krill includono tutto, dal rafforzamento delle ossa e delle articolazioni all’aumento della salute del cervello e altro ancora.

Krill Oil è sicuro? Benefici dell’olio di Krill

  1. Combatte l’infiammazione
  2. Migliora la salute del cuore
  3. Mantiene la pelle luminosa
  4. Benefici per la salute del cervello
  5. Supporta ossa e articolazioni forti
  6. Può essere associato a rischio di cancro ridotto
  7. Aiuta a perdere peso

1. Combatte l’infiammazione

L’infiammazione acuta è una normale risposta immunitaria che può aiutare a proteggere il corpo dagli invasori stranieri. Infiammazione cronicad’altra parte, si ritiene che contribuisca a una serie di condizioni di salute, tra cui obesità, diabete, malattie cardiache e persino cancro. (2)

L’olio di krill è ricco di acidi grassi omega-3 come acido docosaesaenoico (DHA) e acido eicosapentaenoico (EPA), che hanno dimostrato di avere proprietà anti-infiammatorie. (3) Secondo uno studio dell’Università di Teheran in Iran, l’integrazione con acidi grassi omega-3 per sole otto settimane è stata in grado di ridurre significativamente i livelli di marcatori infiammatori nel sangue. (4) L’olio di krill contiene anche astaxantina, un pigmento naturale che può aiutare a combattere il i radicali liberi che causa infiammazione cronica.

Oltre a ridurre il rischio di malattie croniche, le proprietà antinfiammatorie dell’olio di krill potrebbero avere benefici di vasta portata che si estendono a quasi tutti gli aspetti della salute, dal rallentamento dell’invecchiamento alla protezione contro determinate condizioni autoimmuni.

2. Migliora la salute del cuore

Sia che tu stia cercando di abbassare i livelli di colesterolo o semplicemente di mantenere il tuo cuore in perfetta forma, l’olio di krill potrebbe essere in grado di aiutarti. L’olio di krill è ricco di acidi grassi omega-3, che sono stati collegati alla riduzione dell’infiammazione, alla riduzione del rischio di malattie cardiache e al miglioramento della funzione cardiovascolare. (5)

Uno studio del 2015 condotto presso l’ospedale Danbury si è concentrato sulla misurazione dei benefici dell’olio di krill sulla salute del cuore nelle persone con diabete. I ricercatori hanno scoperto che l’assunzione di 1.000 milligrammi di olio di krill ha ridotto diversi fattori di rischio di malattie cardiache e ha persino aumentato i livelli di colesterolo HDL benefico. (6)

Nel frattempo, altri studi hanno dimostrato che gli acidi grassi omega-3 presenti nell’olio di krill possono abbassare la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna, diminuire alti trigliceridi e ridurre il rischio di malattia coronarica. (7) Chiaramente, il contenuto di omega-3 svolge un ruolo enorme nei benefici dell’olio di krill per il cuore.

3. Mantiene la pelle luminosa

Dall’acne alla dermatite, l’infiammazione è alla radice di molte condizioni della pelle comuni. Uno dei principali vantaggi dell’olio di krill per la salute della pelle è il suo contenuto di acidi grassi omega-3, che hanno la capacità di alleviare l’infiammazione e mantenere la pelle luminosa.

In uno studio condotto sulla Corea del Sud, è stato scoperto che l’integrazione con acidi grassi omega-3 riduce l’infiammazione acne di un impressionante 42 percento. (8) Un altro studio sugli animali pubblicato nel Journal of Medical Investigation hanno anche dimostrato che DHA ed EPA, due tipi di acidi grassi omega-3 presenti nell’olio di krill, sono stati in grado di bloccare la produzione di una molecola specifica coinvolta nell’infiammazione, aiutando nel trattamento di condizioni come la dermatite atopica. (9)

L’olio di krill contiene anche astaxantina, che può aiutare a migliorare ulteriormente la salute della pelle. Secondo uno studio del 2009, l’integrazione orale abbinata all’applicazione topica di astaxantina ha ridotto le macchie e le rughe dell’età, migliorando nel contempo la consistenza della pelle e il contenuto di umidità. (10)

4. Benefici per la salute del cervello

I benefici per il potenziamento del cervello degli acidi grassi omega-3 sono stati ben documentati. Si ritiene che gli acidi grassi Omega-3 contribuiscano a ridurre i sintomi di depressione e ansia e persino lento declino cognitivo. (11, 12, 13) Alcune prove hanno anche scoperto che gli acidi grassi omega-3 possono essere utili nel trattamento di disturbi come ADHD, disturbo bipolare e schizofrenia. (14, 15, 16)

Ci sono meno ricerche sugli effetti cognitivi dell’olio di krill in particolare, ma diversi studi hanno prodotto risultati promettenti. Uno studio sugli animali del 2013, ad esempio, ha dimostrato che l’olio di krill ha migliorato la cognizione e mostrato effetti antidepressivi nei ratti. (17) Inoltre, un altro studio ha dimostrato che 12 settimane di integrazione con olio di krill hanno contribuito ad attivare la funzione cognitiva negli uomini anziani. (18)

5. Supporta ossa e articolazioni forti

L’invecchiamento può causare un grande tributo al tuo corpo, specialmente nelle ossa e nelle articolazioni. Condizioni simili osteoporosi e l’artrite diventa sempre più diffusa con l’età man mano che inizi a perdere densità ossea e cartilagine, causando sintomi come dolore, rigidità e un aumentato rischio di fratture.

Alcune prove suggeriscono che gli acidi grassi omega-3 presenti nell’olio di krill potrebbero aiutare a mantenere le ossa e le articolazioni sane e forti. Gli studi dimostrano che gli acidi grassi omega-3 possono aiutare a preservare la densità ossea e ridurre l’infiammazione che contribuisce dolore alle ossa e alle articolazioni. (19, 20) Sono necessarie ulteriori ricerche per valutare gli effetti dell’olio di krill in particolare sulla salute delle ossa e delle articolazioni, ma l’omega-3 nell’olio di krill è benefico per la salute delle ossa.

6. Può essere associato a rischio ridotto di cancro

Come se avessi bisogno di un altro motivo per assumere la tua dose giornaliera di olio di krill, alcune ricerche mostrano che gli acidi grassi omega-3 potrebbero essere associati a un ridotto rischio di alcuni tipi di cancro.

In particolare, gli studi hanno scoperto che una maggiore assunzione di acidi grassi omega-3 dalla supplementazione o dal consumo di pesce può essere associata a un ridotto rischio di cancro alla prostata e al seno. (21, 22) Uno studio pubblicato nel Giornale europeo di prevenzione del cancro ha anche scoperto che un consumo maggiore di acidi grassi omega-3 era associato a un rischio inferiore di cancro del colon-retto. (23)

Tuttavia, tieni presente che questi studi mostrano un’associazione ma non tengono conto di altri fattori che possono svolgere un ruolo. Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare in che modo l’assunzione di olio di krill e acidi grassi omega-3 può influenzare direttamente lo sviluppo del cancro.

7. Aiuta a perdere peso

La ricerca mostra che l’olio di krill favorisce la perdita di peso, grazie al suo contenuto di acidi grassi omega-3. In effetti, alcuni studi hanno scoperto che gli acidi grassi omega-3 potrebbero aiutare a ridurre l’appetito, stimolare il metabolismo e aumentare i livelli bruciare i grassi.

Uno studio pubblicato in Appetito ha dimostrato che consumare almeno 1,3 grammi di acidi grassi omega-3 ogni giorno aumenta la sensazione di sazietà fino a due ore dopo un pasto. (24) Altri studi hanno scoperto che gli acidi grassi omega-3 possono aumentare il metabolismo dal 4 al 14 percento e aumentare la quantità di grasso bruciato durante l’esercizio fino al 27 percento. (25, 26)

Krill Oil Dangers

Gli acidi grassi omega-3 presenti nell’olio di krill possono rallentare coagulazione del sangue. Se assumi fluidificanti del sangue come warfarin, consulta il medico prima di assumere l’olio di krill poiché potrebbe interferire con l’efficacia dei tuoi farmaci. Inoltre, potrebbe essere necessario interrompere l’assunzione di olio di krill almeno due settimane prima di sottoporsi a un intervento chirurgico per prevenire effetti collaterali negativi.

Se sei allergico ai crostacei o ai frutti di mare, devi assolutamente saltare l’olio di krill. Se hai un allergia ai crostacei, dovresti anche smettere di prendere l’olio di krill fino a quando non parli con il medico. Attenzione per sintomi di allergia alimentare come dolore addominale, gonfiore, prurito o orticaria e segnalare eventuali effetti collaterali negativi a un operatore sanitario di fiducia.

Gli effetti collaterali comuni dell’olio di krill includono bruciore di stomaco, nausea, alitosi, indigestione, fastidio allo stomaco, eruttazione e un retrogusto di pesce. Questi problemi sono particolarmente comuni quando inizi a prendere l’olio di krill e diminuisci gradualmente nel tempo. Per ridurre al minimo i sintomi, optare per un olio di krill di qualità farmaceutica di alta qualità, prenderlo con un pasto, iniziare con una dose bassa e aumentare l’assunzione lentamente.

Olio di Krill contro olio di pesce

Sia l’olio di krill che l’olio di pesce sono ricchi di acidi grassi omega-3 benefici, tra cui EPA e DHA. Pertanto, i benefici dell’olio di krill rispetto all’olio di pesce per colesterolo, artrite, salute della pelle e altre condizioni sono abbastanza comparabili.

Il principale vantaggio dell’olio di krill rispetto all’olio di pesce è la sua assorbibilità. In effetti, una moltitudine di studi ha confrontato la biodisponibilità dell’olio di pesce rispetto all’olio di krill nel corso degli anni. Una grande revisione della Norvegia, ad esempio, ha compilato i risultati di 14 studi e ha dimostrato che il DHA e l’EPA trovati nell’olio di krill erano più biodisponibili dell’olio di pesce. (27)

Inoltre, l’olio di krill contiene l’aggiunta di astaxantina, un carotenoide presente in una varietà di alimenti con potenti proprietà antiossidanti. Conosciuto anche come “il re dei carotenoidi”, la capacità dell’astaxantina di combattere i radicali liberi è stimata 6.000 volte superiore alla vitamina C, 550 volte maggiore della vitamina E e 40 volte superiore a beta carotene. (28)

Si ritiene inoltre che l’olio di krill sia più puro, con livelli più bassi di mercurio e metalli pesanti rispetto all’olio di pesce. Poiché i krill consumano alghe, è molto meno probabile che accumulino elevate quantità di questi contaminanti rispetto ad altri tipi di pesci.

Infine, l’olio di krill è considerato una fonte più sostenibile di acidi grassi omega-3 rispetto all’olio di pesce. Questo perché i krill antartici sono una delle specie animali più abbondanti sulla Terra. Optare per l’olio di krill anziché per l’olio di pesce può aiutare a non contribuire a pratiche insostenibili e dannose come la pesca eccessiva.

Dove trovare e come usare l’olio di Krill

L’olio di krill è ampiamente disponibile nella maggior parte delle farmacie, negozi di alimenti naturali e rivenditori online, di solito proprio accanto all’olio di pesce e ad altri integratori di acidi grassi omega-3.

Assicurati di acquistare da un marchio affidabile e affidabile e cerca integratori che contengono un’elevata quantità di EPA e DHA con riempitivi minimi o ingredienti aggiunti per assicurarti di ottenere il miglior integratore di olio di krill. Marchi popolari includono olio di krill Nature Made, olio di krill MegaRed e olio di krill Viva Labs.

All’inizio, inizia con una dose più bassa di olio di krill e aumenta l’assunzione lentamente nei prossimi giorni per valutare la tua tolleranza e ridurre al minimo eventuali effetti collaterali negativi.

L’assunzione di olio di krill con un pasto può anche aiutare a ridurre alcuni dei sintomi negativi come eruttazione o retrogusto di pesce. Puoi prenderlo in qualsiasi momento della giornata, ma molte persone preferiscono prenderlo per prima cosa al mattino insieme a una sana colazione.

Krill Oil Dosage

Ti chiedi quanto prendi se stai cercando di massimizzare i benefici dell’olio di krill? La maggior parte degli studi usa una dose di olio di krill tra 1.000 e 3.000 milligrammi al giorno, sebbene questa quantità possa variare ampiamente in base alla quantità di EPA e DHA presenti nel supplemento.

In generale, tuttavia, la maggior parte delle organizzazioni sanitarie sembra concordare sul fatto che dosi più basse di 250-500 milligrammi di EPA e DHA combinati possono essere utili per la maggior parte delle condizioni di salute. Assicurati di guardare attentamente l’etichetta del tuo integratore per verificare quanto EPA e DHA contiene; anche se un integratore contiene 1.000 milligrammi di olio di krill, la quantità di EPA e DHA potrebbe essere molto più bassa.

Inoltre, assicurati di iniziare con una dose più bassa e di salire. Questo non solo garantisce di essere in grado di tollerare l’olio di krill, ma può anche ridurre il rischio di sintomi spiacevoli come eruttazione e nausea.

Storia

La pesca commerciale del krill risale agli anni ’70 e l’olio di krill è stato originariamente approvato come integratore nutraceutico dalla FDA circa 20 anni fa, nel 1999. Tuttavia, l’olio di krill ha preso piede solo negli ultimi anni come alternativa sostenibile all’olio di pesce.

Il krill antartico è una delle specie animali più abbondanti sulla Terra, con gli scienziati che stimano che ci siano quasi 500 milioni di tonnellate nell’Oceano Antartico. Il krill femmina può deporre fino a 10.000 uova alla volta e può deporre le uova più volte ogni stagione.

Krill è anche incredibilmente resistente. Durante l’inverno, quando il cibo è scarso, riescono a trovare altre fonti di cibo, come le alghe che crescono sotto la superficie del ghiaccio, sul fondo dell’oceano o persino su altri animali. In periodi difficili, Krill può sopravvivere fino a 200 giorni senza cibo.

Tuttavia, i krill sono anche una parte essenziale della nostra comunità ecologica. Poiché molte altre specie dipendono dal krill per sopravvivere, organizzazioni come la Convenzione per la conservazione delle risorse biologiche dell’Antartico aiutano a sostenere il delicato equilibrio dell’ecosistema oceanico fissando limiti di cattura del krill per prevenire la pesca eccessiva. (29)

Precauzioni

Nonostante i numerosi benefici dell’olio di krill, potrebbe non essere adatto a tutti. Se hai un’allergia ai frutti di mare o ai crostacei, ad esempio, non dovresti assumere l’olio di krill.

L’olio di krill può rallentare la coagulazione del sangue e potrebbe interferire con alcuni farmaci, tra cui fluidificanti del sangue. Se stai assumendo un farmaco come il warfarin, parla con il tuo medico prima di iniziare la supplementazione di olio di krill.

All’inizio, l’olio di krill può causare effetti collaterali come nausea, eruttazione, alitosi e dispepsia. Assicurati di assumere un integratore di alta qualità, prendere le tue pillole con il cibo e aumentare il dosaggio lentamente per ridurre il rischio di questi sintomi.

Considerazioni finali sui vantaggi dell’olio di Krill

  • L’olio di krill viene estratto da una specie di krill antartico, un crostaceo simile a un gambero che si trova in abbondanza in tutto l’Oceano Meridionale.
  • Oltre ad essere caricato con acidi grassi omega-3, l’olio di krill è anche ricco di astaxantina e acidi grassi derivati ​​dai fosfolipidi, che aiutano a fornire una serie di benefici dell’olio di krill.
  • I benefici dell’olio di krill includono una ridotta infiammazione; miglioramenti nella salute del cuore, della pelle e del cervello; ossa e articolazioni più forti; e aumento della perdita di peso. Può anche essere associato a un rischio inferiore di alcuni tipi di cancro.
  • Rispetto all’olio di pesce, l’olio di krill è più assorbibile, meno probabilità di essere contaminato da metalli pesanti e considerato più sostenibile.
  • Per ottenere i migliori risultati, cerca di ottenere tra i 250-500 milligrammi di EPA e DHA combinati ogni giorno, che provenga da olio di krill, olio di pesce o fonti alimentari intere.

Questo post è stato utile per te?

+0
Ultimi articoli

Ti potrebbe interessare

Menu