Cereali

I 9 principali fatti e benefici nutrizionali della quinoa, compresa la perdita di peso

Spesso considerato uno dei cibi più sani del mondo, la quinoa è un motore di nutrizione che offre una gamma di antiossidanti, vitamine e minerali in ogni porzione.

È interessante notare che la pronuncia della quinoa (keen-wah) non è l’unica fonte di confusione quando si tratta di questo incredibile ingrediente. In realtà, sebbene sia comunemente noto come “grano antico”, tecnicamente non è un grano o un cereale, ma un seme.

Inoltre non contiene glutine: solo uno dei molti vantaggi di questo potente superfood.

Dopo il suo esplosivo aumento nel mondo della nutrizione, è stato persino riconosciuto dalle Nazioni Unite nel 2013 come un potenziale fattore per “sradicare la fame, la malnutrizione e la povertà”. E a causa del suo impressionante profilo nutrizionale, ampia disponibilità e convenienza, le Nazioni Unite dichiarato 2013 “Anno della Quinoa”.

Quindi, a cosa serve la quinoa e questo grano antico è davvero all’altezza delle affermazioni sulla salute ipotizzate? Continua a leggere per tutto ciò che devi sapere, incluso come aggiungerlo alla tua dieta.

Che cos’è la quinoa?

Dal punto di vista botanico, la quinoa è in realtà considerata un seme piuttosto che un grano. I minuscoli granuli conosciuti come quinoa sono i semi del Chenopodium quinoa pianta, una pianta a foglia larga che produce semi anziché frutti.

A differenza dei cereali reali, come il grano e l’orzo, che crescono nelle erbe, queste piante coltivano semi commestibili. A causa di questo processo, Chenopodium quinoa è in realtà etichettato come “pseudocereale”, un seme usato allo stesso modo di un chicco di grano come l’orzo.

Mentre la maggior parte di noi è abituata a vedere la quinoa bianca più comune, in realtà ci sono circa 120 varietà in tutto il mondo. Secondo il Consiglio dei cereali integrali, tre categorie di quinoa sono state commercializzate per la vendita: rosso, bianco e nero.

In generale, gli chef apprezzano le differenze sfumate tra i tre tipi, ma il consumatore tipico sarà probabilmente ugualmente felice con qualsiasi scelta.

  • Quinoa bianca: Questa è la varietà più venduta e richiede meno tempo per cucinare. A volte viene definita quinoa d’avorio.
  • Quinoa rossa: Poiché non perde facilmente forma, i cuochi preferiscono utilizzare questo tipo di quinoa in insalate fredde o altre ricette in cui si preferisce la consistenza di un grano distinto.
  • Quinoa nera: Il gusto della varietà nera è più diverso rispetto alle varietà bianche e rosse, con un profilo di sapore dolce e terroso. Ci vuole più tempo per cucinare, occorrono circa 15-20 minuti per essere completamente fatto.

Sebbene sia diventato sempre più popolare nell’ultimo decennio, la quinoa è stata coltivata per millenni in Sud America. Conosciuto dagli Incas come chisiya (“Grano madre”), ha avuto il suo posto nelle antiche cerimonie religiose e nelle cucine domestiche.

Da sotto la Terra allo spazio, la nutrizione della quinoa è così impressionante NASA ho anche pensato di usarlo per missioni spaziali a lungo termine come un raccolto sano e facilmente coltivabile.

Con l’emergere della dieta Paleo e altri stili di vita che incoraggiano l’eliminazione del glutine, i carboidrati complessi e privi di glutine come la quinoa sono un must per l’energia. Tuttavia, la vera bellezza della nutrizione della quinoa risiede nel contenuto proteico e in altri nutrienti estremamente benefici.

Valori nutrizionali

Il profilo nutrizionale della quinoa è impressionante da solo, ma alcune delle parti migliori dei suoi benefici per la salute non sono elencate sull’etichetta nutrizionale.

Ad esempio, la quinoa è un alimento vegetale raro che in realtà è una fonte proteica completa. Sebbene non tutti gli alimenti che mangi debbano essere una proteina completa, è piuttosto raro che un alimento vegetale abbia il profilo completo di tutti i 20 aminoacidi, inclusi i nove aminoacidi essenziali che il tuo corpo non produce da solo.

Non solo, ma per un alimento che viene utilizzato come grano, i semi vantano un ottimo rapporto proteine-carboidrati. Questo perché il germe costituisce quasi il 60 percento dell’intero grano, paragonandolo al germe di grano, che costituisce meno di tre per cento del kernel.

Oltre ad essere ricco di proteine ​​e povero di carboidrati di quinoa, contiene anche una buona quantità di fibre, manganese, magnesio, fosforo e folati, insieme a una serie di altri micronutrienti essenziali.

Una tazza (circa 185 grammi) di quinoa cotta contiene i seguenti nutrienti:

  • 222 calorie
  • 39,4 grammi di carboidrati
  • 8,1 grammi di proteine
  • 3,6 grammi di grassi
  • 5,2 grammi di fibra
  • 1,2 milligrammi di manganese (58% DV)
  • 118 milligrammi di magnesio (30 percento DV)
  • 281 milligrammi di fosforo (28 percento DV)
  • 77,7 microgrammi di folato (19 percento di DV)
  • 0,4 milligrammi di rame (18 percento DV)
  • 2,8 milligrammi di ferro (15 percento DV)
  • 0,2 milligrammi di tiamina (13 percento di DV)
  • 2 milligrammi di zinco (13 percento DV)
  • Riboflavina 0,2 milligrammi (12% DV)
  • 0,2 milligrammi di vitamina B6 (11% DV)
  • 318 milligrammi di potassio (9% DV)
  • 5,2 microgrammi di selenio (7% DV)
  • 1,2 milligrammi di vitamina E (6 percento di DV)
  • 0,8 milligrammi di niacina (4 percento di DV)
  • 31,5 milligrammi di calcio (3 percento DV)

I 9 principali vantaggi

1. Aiuta a perdere peso

Grazie al contenuto di proteine ​​e fibre di quinoa presenti in ogni porzione, aggiungerlo alla dieta può aiutarti a sentirti più pieno più a lungo.

I cereali integrali e gli pseudocereali sono stati coerentemente mostrato per aumentare la sensazione di pienezza dopo i pasti rispetto ai cereali raffinati, come il pane bianco o la pasta. Si ritiene anche che la quinoa possa influenza l’azione degli ormoni che svolgono un ruolo nell’appetito, come la grelina, il peptide YY e l’insulina.

Ricerca coerente Spettacoli che il consumo di quinoa è collegato a un aumento di peso ridotto.

Un modello animale pubblicato in Obesità ho anche scoperto che l’estratto di quinoa potrebbe proteggere contro l’obesità indotta dalla dieta nei topi. Ha inoltre contribuito ad aumentare la quantità di calorie durante il giorno, a migliorare l’elaborazione del glucosio e a ridurre l’assorbimento dei grassi nella dieta nel corpo.

2. Nutriente e senza glutine

La quinoa può essere utile per le persone che seguono una dieta priva di glutine fornendo importanti sostanze nutritive che possono perdere dopo aver eliminato i cereali tradizionali dalla loro dieta.

Uno studio del 2009 rivisto registri dietetici di pazienti con celiachia che hanno seguito una dieta priva di glutine e hanno scoperto che la maggior parte dei soggetti faceva molto affidamento sul riso come fonte primaria di cereali, il che ha reso le loro diete nutrizionalmente inadeguate. Tuttavia, cambiando la loro fonte primaria di grano intero in quinoa, i soggetti sono stati in grado di aumentare l’assunzione di proteine, ferro, calcio e fibre.

Anche se studiata nel tempo, la maggior parte delle persone con celiachia può facilmente tollerare quinoa su base giornaliera. L’uso della quinoa rispetto al riso come grano primario può aiutare a garantire una dieta più equilibrata per i celiaci, così come altri che seguono una dieta priva di glutine.

3. Può aiutare a combattere il cancro

La quinoa è una grande fonte di antiossidanti, che lo sono composti che può aiutare a combattere i radicali liberi dannosi per prevenire condizioni croniche come il cancro e le malattie cardiache. Contiene anche molti altri composti che sono stati ben studiati per i loro effetti antitumorali.

Il primo di questi composti è la saponina, che è anche la più controversa. Le saponine si trovano naturalmente in vari tipi di piante e hanno una delicata qualità “detergente” – ecco perché quando risciacqui la quinoa, noterai che si forma una morbida schiuma bianca.

Le saponine agiscono anche come antinutrienti. Gli aninutrienti sono composti che sono scarsamente assorbiti nel tratto digestivo e possono bloccare l’assorbimento di determinate vitamine e minerali.

Tuttavia, hanno anche mostrato risultati promettenti contro il cancro negli studi in vitro e potrebbero esserlo efficace contro la formazione di cellule di glioblastoma nel cervello.

Il secondo “super nutriente” della Quinoa nella ricerca sul cancro è noto come lunasin. Sebbene sia stato oggetto di esame dal 1996, il lunasin è un peptide con una serie di potenziali benefici per la salute, inclusa la sua capacità di legarsi e rompere le cellule tumorali.

Lunasin è particolarmente speciale perché, sia in laboratorio che in animale test, uccide solo le cellule tumorali lasciando intatte le cellule sane.

Infine, la quinoa contiene anche un antiossidante noto come quercetina, che può aiutare bloccare la diffusione di alcuni tipi di cellule tumorali. La quercetina agisce combattendo i danni dei radicali liberi legati a un gran numero di malattie.

È anche uno dei motivi per cui la quinoa è considerata un alimento antinfiammatorio.

4. Supporta la salute del cuore

I nutrienti anti-infiammatori della quinoa lo rendono anche un’ottima aggiunta a una dieta salutare per il cuore.

È particolarmente alto in grassi sani come l’acido oleico (un grasso monoinsaturo sano) e l’acido alfa-linolenico (ALA), che è un tipo di acido grasso omega-3 presente nelle piante.

Alcune ricerche suggerisce che aumentare l’assunzione di ALA può essere legato a un ridotto rischio di malattie cardiache. Sono stati anche i grassi monoinsaturi come l’acido oleico Associated con benefici per la salute del cuore e può aiutare a gestire i livelli di colesterolo per prevenire l’accumulo di placca nelle arterie.

La quinoa è anche un’ottima fonte di potassio e magnesio, entrambi i quali svolgono un ruolo importante nella salute del cuore. Il potassio aiuta ridurre livelli di pressione sanguigna per mantenere il tuo cuore sano e forte.

Nel frattempo, è stata assunta una quantità maggiore di magnesio connesso a un minor rischio di ictus negli studi osservazionali.

5. Contiene antiossidanti che combattono le malattie

Un tipo specifico di antiossidante chiamato flavonoidi si trova in grandi quantità nella quinoa. Questo gruppo di antiossidanti ha raccolto interesse verso la metà degli anni ’90 per i loro benefici nella prevenzione delle malattie.

Una particolare classe di flavonoidi, i polifenoli, può giocare a ruolo nella prevenzione di malattie cardiache, cancro, osteoporosi e diabete.

La quinoa è anche ricca di altri antiossidanti, Compreso quercetina, beta-carotene, kaempferol, acido vanillico e acido ferulico, che possono ridurre l’infiammazione e proteggere dalle malattie croniche.

6. Aiuta a mantenere il tuo intestino in salute

In un Studio 2016, quinoa e amaranto sono stati valutati per la loro funzione di prebiotici. I prebiotici sono una forma di fibra che funziona come “combustibile” per i batteri benefici che vivono nell’intestino.

Gli scienziati hanno scoperto che entrambi questi pseudocereali possiedono un potenziale come prebiotici e possono servire a migliorare la salute gastrointestinale bilanciando i livelli di batteri intestinali buoni.

La fibra presente nella quinoa può anche aiutare i batteri benefici nell’intestino a produrre butirrato, un tipo di acido grasso a catena corta noto per i suoi benefici che aumentano l’intestino. Il butirrato non solo sopprime l’infiammazione, ma aiuta controllo cellule immunitarie sovrabbondanti che fungono da fonte di infiammazione.

7. Supporta la salute delle ossa

Invece di bere prodotti lattiero-caseari per costruire ossa sane, potresti provare semplicemente a mangiare più quinoa.

A causa del suo soddisfare di manganese, magnesio e fosforo, la quinoa è una centrale elettrica che può persino aiutare a prevenire l’osteoporosi.

È anche ricco di ALA, un tipo di acido grasso omega-3 che ha dimostrato di aiutare Ottimizzare salute delle ossa in alcuni modelli animali.

8. Riduce il rischio di diabete

Mangiare cibi ricchi di manganese può essere una chiave per mantenere una glicemia sana e ridurre il rischio di diabete. In un modello animale del 2013, l’aggiunta di manganese alla dieta era efficace a ridurre i livelli di zucchero nel sangue e migliorare la secrezione di insulina.

La quinoa offre anche un’abbondante dose di fibra in ogni porzione, che può aiutare l’assorbimento dello zucchero nel sangue equilibrio livelli di zucchero nel sangue.

Altre ricerche mostrano che l’assunzione di magnesio è anche Associated con un rischio più basso di diabete di tipo 2 e puoi ottenere circa un terzo del tuo magnesio giornaliero richiesto con una singola tazza di quinoa.

9. Migliora la regolarità

La quinoa è un’ottima fonte di fibre, fondamentale per mantenere la salute e la regolarità dell’apparato digerente. La fibra si muove lentamente attraverso il tratto digestivo, aggiungendo volume alle feci per facilitare il suo passaggio attraverso l’intestino.

Oltre a prevenire la costipazione, aumentare l’assunzione di fibre può anche essere terapeutico per molti altri disturbi digestivi. Secondo un articolo pubblicato in Recensioni Nutrizionali, la fibra può aiutare proteggere contro le emorroidi, la malattia da reflusso gastroesofageo (GERD), la diverticolite e le ulcere allo stomaco.

Come cucinare e aggiungere alla dieta (Ricette Plus)

Quando vai al negozio di alimenti naturali più vicino, è probabile che la quinoa sia prontamente disponibile, spesso alla rinfusa. In un negozio di alimentari più standard, controlla la navata speciale per cereali o alimenti biologici.

La parte migliore (e più complicata) della cottura della quinoa è che generalmente ha un sapore abbastanza semplice quando viene bollito in acqua. Tuttavia, la mancanza di sapore aumenta esponenzialmente la versatilità delle ricette che puoi creare usando la quinoa.

Se stai cercando un metodo semplice per rendere buono il sapore della quinoa e alcuni modi semplici per approfondire il sapore, puoi provare a bollirlo in brodo di manzo, pollo o verdura invece che in acqua. Puoi anche sperimentare la quinoa nera, poiché il suo gusto è notevolmente più complesso.

È un ottimo sostituto per altri cereali nelle ricette di quinoa come pilaf, porridge, zuppe e stufati. Puoi anche incorporare la quinoa in insalate, scodelle di burrito, casseruole e altro ancora.

Rischi ed effetti collaterali

È possibile avere un’allergia alimentare alla quinoa, che può causare sintomi come mal di stomaco, prurito o orticaria.

Tieni presente che potresti effettivamente essere sensibile alla saponina piuttosto che alla quinoa stessa, che è un composto presente in alcune piante. In questo caso, prova a immergere la quinoa per almeno 30 minuti e sciacquandola accuratamente prima di cuocerla per ridurre il contenuto di saponine.

La quinoa è naturalmente senza glutine. Tuttavia, potrebbe causare problemi ad alcune persone con celiachia o sensibilità al glutine a causa del presenza di prolamine, che sono un tipo di proteina presente nel grano e in altri cereali.

Alcuni tipi di quinoa possono anche essere prodotti in impianti che trattano anche cereali contenenti glutine, il che può aumentare il rischio di contaminazione incrociata. Per questo motivo, è importante acquistare solo prodotti certificati senza glutine in caso di celiachia o sensibilità al glutine.

Pensieri finali

  • Che cos’è la quinoa? Questo tipo di seme è considerato un “pseudocereale” e proviene da un tipo di pianta a foglia larga originaria del Sud America.
  • Dai un’occhiata ai dati nutrizionali ed è facile dire perché questo pseudocereale è così grande per la tua salute. Oltre a fornire una bassa quantità di calorie in quinoa in ogni porzione, è anche ricco di proteine, fibre, manganese, magnesio e fosforo.
  • L’aggiunta di questo potente cereale alla dieta può aiutare a promuovere la perdita di peso, stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue, bloccare la crescita delle cellule tumorali e migliorare la salute del cuore, dell’intestino e delle ossa.
  • È anche privo di glutine, il che lo rende un semplice sostituto di cereali contenenti glutine come segale, grano e orzo.
  • Ci sono molte opzioni su come cucinare la quinoa. Funziona bene su zuppe, stufati, insalate o casseruole e può essere facilmente scambiato in molte ricette al posto di altri cereali, rendendolo un’aggiunta dietetica versatile e deliziosa.

Questo post è stato utile per te?

+0
Ultimi articoli

Ti potrebbe interessare

Menu