Frutta

Benefici della frutta del tamarindo: perdita di peso, salute del cuore e altro

Classificato come entrambi a legume e un frutto, il frutto del tamarindo è unico in ogni modo. Dal suo aspetto simile a un baccello al suo distinto sapore aspro-dolce, è vero che non c’è niente di normale in questo gustoso frutto.

Il frutto del tamarindo è un ingrediente base nelle cucine di tutto il mondo. Utilizzato per preparare qualsiasi cosa, dalle caramelle dei Caraibi alle salse e fritture in Asia, il tamarindo è uno dei pochi frutti che può essere perfettamente integrato in entrambi i piatti dolci e salati.

Oltre alle sue presunte proprietà medicinali, il frutto del tamarindo può anche aiutare a migliorare la salute del cuore, incoraggiare la perdita di peso, alleviare la costipazione e combattere batteri e virus dannosi.

Contiene anche una vasta gamma di sostanze nutritive e antiossidanti, che lo rendono un’aggiunta eccellente a una dieta ben bilanciata.

Che cos’è il frutto di tamarindo?

L’albero di tamarindo, noto con il suo nome scientifico, Tamarindus indica, è originario dell’Africa ma si trova in molte altre aree tropicali in tutto il mondo. Produce il frutto del tamarindo, un frutto tropicale con baccelli simili a fagioli, semi e una polpa commestibile che vanta una vasta gamma di potenziali usi.

Il sapore di tamarindo è acido ma dolce, e la polpa diventa più dolce e si trasforma in pasta di tamarindo mentre continua a maturare. In cucina, è usato per fare di tutto, dai piatti salati ai dolci e alle marmellate. La pasta di tamarindo è anche un ingrediente in molte salse, bevande e persino chutney. Il tamarindo crudo può anche essere mangiato e gustato semplicemente rimuovendo la frutta dai baccelli di tamarindo.

Storicamente, il frutto del tamarindo è stato anche usato in medicina per aiutare con una serie di condizioni, tra cui costipazione, febbre e ulcere peptiche.

La polpa viene talvolta utilizzata anche per lucidare utensili, lampade e statue in bronzo, rame e ottone grazie al suo contenuto di acido tartarico, un composto che aiuta a rimuovere l’appannamento.

Oltre al suo delizioso sapore e versatilità, tuttavia, il frutto del tamarindo presenta anche una lunga lista di potenziali benefici per la salute, dalla fornitura di importanti nutrienti alla riduzione dell’infiammazione e al mantenimento della salute del cuore.

Benefici della frutta del tamarindo

  1. Alto contenuto di antiossidanti
  2. Allevia l’infiammazione
  3. Combatte batteri e virus
  4. Caricato con magnesio
  5. Migliora la salute del cuore
  6. Promuove la perdita di peso
  7. Allevia la costipazione

1. Alto contenuto di antiossidanti

Il frutto di tamarindo è ricco di polifenoli o composti vegetali che hanno potenti proprietà antiossidanti. Gli antiossidanti aiutano a combattere i radicali liberi, che sono composti dannosi che danneggiano le cellule e causano malattie croniche.

Il frutto del tamarindo è ricco di una varietà di polifenoli, tra cui apigenina, catechina, procyandin B2 ed epicatechina, tra gli altri. (1) L’elevata quantità di antiossidanti presenti nel tamarindo potrebbe contribuire a ridurre lo stress ossidativo causato da i radicali liberi e portano ad un minor rischio di alcune condizioni come il cancro, le malattie cardiache e il diabete. (2)

Incorporare il tamarindo in una dieta ricca di altri alimenti ad alto contenuto di antiossidanti per avere un impatto ancora maggiore contro il danno e lo stress ossidativo formati dai radicali liberi.

2. Allevia l’infiammazione

Grazie al suo alto contenuto di antiossidanti e polifenoli, i frutti di tamarindo possono essere in grado di alleviare l’infiammazione cronica. L’infiammazione è una parte normale della risposta immunitaria, ma cronica l’infiammazione è alla radice della maggior parte delle malattie, tra cui il cancro, la malattia di Alzheimer e l’asma.

Storicamente, il frutto del tamarindo è stato ampiamente usato come pianta medicinale per trattare molte condizioni legate all’infiammazione. Le foglie e la corteccia, ad esempio, sono state utilizzate per favorire la guarigione delle ferite, la bronchite e l’infiammazione dell’occhio.

Uno studio del 2015 pubblicato in Rapporti scientifici ha anche scoperto che i semi di tamarindo hanno proprietà anti-artritiche ed è in grado di ridurre diversi marcatori di infiammazione nel corpo. (3)

Oltre al tamarindo, altro alimenti antinfiammatori includono curcuma, zenzero, verdure a foglia verde e bacche.

3. Combatte batteri e virus

Il tamarindo contiene numerosi composti con proprietà antimicrobiche che hanno dimostrato di combattere sia i batteri che i virus. In passato, è stato usato per trattare condizioni come la malaria, infezioni parassitarie, dissenteria e persino problemi respiratori. (4)

Uno studio in provetta pubblicato in Rivista di farmacognosia ha dimostrato che l’estratto di tamarindo era efficace contro Bacillus subtilis, un ceppo di batteri, mentre l’olio essenziale di tamarindo ha funzionato contro diversi ceppi di batteri. (5) Un altro studio pubblicato nel Rivista internazionale di scienze molecolari scoperto che l’estratto di tamarindo ha mostrato attività antibatterica contro diversi tipi di batteri, tra cui E. coli e salmonella. Questi sono due ceppi di batteri che possono causare infezioni, causando sintomi come diarrea, dolore addominale e vomito. (6)

4. Caricato con magnesio

Il frutto del tamarindo esplode di magnesio, un minerale importante che svolge un ruolo centrale in molti aspetti della salute. Il magnesio è importante per la formazione ossea, regolando il ritmo cardiaco, le contrazioni muscolari e il controllo della glicemia, tra le altre cose. (7)

Secondo uno studio del 2012 condotto dal Center for Magnesium Education & Research alle Hawaii, quasi la metà degli americani ha consumato meno della quantità giornaliera raccomandata di magnesio. (8) Tuttavia, l’integrazione di alimenti ricchi di magnesio come il tamarindo nella dieta può rendere più semplice soddisfare le tue esigenze di magnesio. Solo una tazza di polpa di tamarindo grezza può soddisfare il 28 percento del fabbisogno giornaliero di magnesio.

Oltre al tamarindo, altro alimenti ricchi di magnesio comprendono spinaci, semi di zucca, yogurt, kefir, mandorle e fagioli neri.

5. Migliora la salute del cuore

Le malattie cardiache sono una delle principali cause di morte in tutto il mondo, con malattia coronarica causando circa un decesso su sei negli Stati Uniti e causando un decesso ogni minuto. (9) Alcuni studi hanno scoperto che i frutti di tamarindo possono giovare alla salute del cuore riducendo diversi fattori di rischio di malattie cardiache.

Uno studio presso l’Università di Dhaka in Bangladesh e pubblicato nel Pakistan Journal of Pharmaceutical Sciences ha mostrato che la polpa di tamarindo essiccata e polverizzata ha ridotto significativamente il colesterolo LDL totale e cattivo insieme alla pressione diastolica. (10)

Un altro studio sugli animali ha fornito la polpa di tamarindo ai criceti e ha scoperto che diminuiva il colesterolo totale e LDL insieme ai livelli di trigliceridi. (11)

Usa il tamarindo insieme ad altri alimenti che abbassano il colesterolo, come olio di pesce e aglio, per migliorare ulteriormente la salute del cuore.

6. Promuove la perdita di peso

La ricerca ha trovato alcuni risultati promettenti che dimostrano che il frutto di tamarindo potrebbe avere un effetto anti-obesità e potrebbe essere in grado di aiutare perdita di peso. In particolare, i semi di tamarindo possono contenere un composto che blocca l’attività della tripsina, un enzima coinvolto nella scomposizione delle proteine. Alcuni studi sugli animali hanno scoperto che inibire l’attività della tripsina può aiutare a ridurre l’assunzione di cibo. (12)

Ad esempio, in uno studio sugli animali del 2015, questo composto ha dimostrato di ridurre il peso corporeo dei ratti riducendo il consumo di cibo. (13)

Tuttavia, tieni presente che il frutto del tamarindo è relativamente ricco di calorie e zucchero. Goditi questo gustoso frutto con moderazione in combinazione con una dieta sana ed esercizio fisico regolare per ottenere i migliori risultati in termini di perdita di peso a lungo termine.

7. Allevia la costipazione

Per secoli, il tamarindo è stato usato come un rimedio naturale comune per promuovere la regolarità e prevenire la costipazione. Ciò può essere in parte dovuto al suo contenuto di fibre. Ogni porzione di tamarindo contiene una buona quantità di fibra, con 6,1 grammi in una sola tazza di polpa grezza.

Una recensione composta da cinque studi pubblicati nel World Journal of Gastroenterology ha dimostrato che un aumento dell’assunzione di fibre può aumentare la frequenza delle feci per quelli con costipazione. (14)

Altro lassativi naturali che possono aiutare a sostenere la regolarità includono semi di chia, semi di lino, frutta ricca di fibre e acqua di cocco.

Nutrizione di frutta al tamarindo

Il tamarindo è ricco di molti nutrienti, tra cui tiamina, magnesio, potassio e ferro. Contiene anche un buon pezzo di fibra e molti altri micronutrienti.

Una tazza di polpa di tamarindo crudo contiene circa: (15)

  • 287 calorie
  • 75 grammi di carboidrati
  • 3,4 grammi di proteine
  • 0,7 grammi di grasso
  • 6,1 grammi di fibra alimentare
  • 0,5 milligrammi di tiamina (34 percento DV)
  • 110 milligrammi di magnesio (28 percento DV)
  • 753 milligrammi potassio (22 percento DV)
  • 3,4 milligrammi di ferro (19 percento DV)
  • 136 milligrammi di fosforo (14 percento DV)
  • 2,3 milligrammi di niacina (12 percento di DV)
  • Riboflavina 0,2 milligrammi (DV dell’11 percento)
  • 88,8 milligrammi di calcio (DV 9 percento)
  • 4,2 milligrammi di vitamina C (7 percento di DV)

Oltre ai suddetti nutrienti, la polpa di tamarindo contiene anche un po ‘di rame, vitamina K, vitamina B6 e acido folico.

Frutta Tamarindo vs. Tamarindo Acido

Il frutto del tamarindo ha un distinto sapore aspro-dolce e il gusto del tamarindo viene spesso descritto come un mix di limoni, datteri e albicocche tutti in una volta. Tuttavia, il tamarindo è disponibile in una gamma di sapori, da molto dolce a molto aspro.

Mentre tutti provengono dallo stesso frutto, variano in base alla maturità. Man mano che la polpa di tamarindo diventa più matura, diventa più dolce, densa e pastosa.

Alcuni gradi di acidità possono essere più adatti per specifici tipi di cucina. Ad esempio, la cucina indiana di solito usa i baccelli acidi e crudi per dare un tocco di sapore ai piatti di carne mentre la polpa più dolce viene utilizzata in alcuni paesi dei Caraibi per fare caramelle.

Dove trovare e come usare il frutto di tamarindo

Il tamarindo è disponibile in diverse forme. I baccelli di tamarindo grezzi sono i meno elaborati e possono essere aperti per estrarre la polpa dai baccelli. Sono anche disponibili blocchi pressati che si formano rimuovendo il seme e il guscio per pressare la polpa in un blocco. Infine, il concentrato di tamarindo è ottenuto da polpa bollita e può includere l’aggiunta di conservanti. La spezia di tamarindo è anche disponibile e viene utilizzata come agente acido e condimento per alimenti.

Se ti stai chiedendo dove acquistare frutta fresca di tamarindo, prova a guardare la tua specialità locale mercato asiatico o indiano. Le forme più elaborate di tamarindo possono anche essere acquistate tramite alcuni rivenditori online.

Il tamarindo è un ingrediente tipico in molti tipi di cucine di tutto il mondo. In India, i baccelli di tamarindo sono usati per condire piatti di carne, pesce e riso, mentre in aree come la Giamaica, Cuba e la Repubblica Dominicana, le caramelle al tamarindo sono un trattamento comune fatto mescolando la polpa di tamarindo con lo zucchero. In Thailandia, nel frattempo, la salsa di tamarindo viene utilizzata per insaporire una varietà di piatti, dal soffritto al pad thai. Il tamarindo è anche comunemente usato nell’America centrale e meridionale e nei Caraibi.

Storia del frutto di tamarindo

Anche se si ritiene che abbia avuto origine in Africa, il frutto del tamarindo si trova ora nelle regioni tropicali di tutto il mondo. In effetti, è stato coltivato per così tanto tempo in India che alcuni lo considerano indigeno lì.

Successivamente è stato portato in altre aree, tra cui Asia meridionale, Arabia, Australia, Taiwan e Cina. Nel 16 ° secolo, fu introdotto in Messico e in altre aree del Centro e del Sud America da coloni spagnoli e portoghesi dove da allora è diventato un ingrediente popolare.

Oggi l’India è considerata il più grande produttore al mondo di tamarindo. Tuttavia, rimane un alimento dietetico di persone provenienti da diverse aree del mondo.

Precauzioni sulla frutta al tamarindo

Il tamarindo può causare una reazione allergica in alcune persone. Se hai un’allergia ad altri legumi, potresti essere allergico ai tamarindi. Se ne hai esperienza sintomi di allergia alimentare come gonfiore, crampi allo stomaco, prurito, mancanza di respiro o difficoltà respiratorie, interrompere immediatamente l’uso e riferire i sintomi al medico.

La polpa di tamarindo è anche ricca di carboidrati e zucchero, con circa 75 grammi di carboidrati per tazza. Se hai il diabete, dovresti mantenere l’assunzione con moderazione per prevenire picchi di zucchero nel sangue.

Anche le caramelle a base di tamarindo sono considerate una potenziale fonte di esposizione al piombo. Il piombo è tossico metallo pesante che può causare gravi problemi di salute a seguito di esposizione, specialmente nei bambini. (16)

Per ottenere i maggiori benefici per la salute dal tamarindo, ridurre al minimo il potenziale di esposizione al piombo e tenere sotto controllo l’apporto di carboidrati, zucchero e calorie, attenersi al tamarindo crudo piuttosto che alle caramelle o alle forme concentrate. Non solo questa è la forma meno elaborata di tamarindo, ma ha anche meno probabilità di avere additivi o ingredienti dannosi.

Considerazioni finali sul frutto di tamarindo

  • L’albero di tamarindo produce un frutto simile a un baccello chiamato frutto del tamarindo, che è anche considerato un legume.
  • Sebbene originaria dell’Africa, la polpa del frutto del tamarindo viene utilizzata nelle ricette di tutto il mondo, dall’India alla Tailandia ai Caraibi e oltre. Ha un sapore agrodolce ed è disponibile in molte forme diverse.
  • Il tamarindo è stato usato in medicina per trattare molte condizioni, come la febbre o le ulcere peptiche. Può anche favorire la perdita di peso, prevenire la costipazione, migliorare la salute del cuore, ridurre l’infiammazione e combattere batteri e virus.
  • La polpa del frutto di tamarindo contiene una buona quantità di fibre, magnesio, ferro, tiamina e potassio, ma è anche ricca di carboidrati e zucchero, quindi consuma con moderazione e opta per la forma grezza rispetto alle versioni più elaborate.

Questo post è stato utile per te?

+0
Ultimi articoli

Ti potrebbe interessare

Menu