Diete

Alimentazione intuitiva: l’approccio anti-dieta per perdere peso

La maggior parte delle persone comincia ad accettare l’idea che le “diete”, quelle che si seguono e poi si abbandonano, non funzionano a lungo termine. Infatti, i rapporti mostrano ora che circa il 90-95% di tutte le diete falliscono – ed è qui che entra in gioco l’intuizione del mangiare.

Una delle ironie dietro le diete fallite e la dieta dello yo-yo è che, in definitiva, alcune diete di moda ti fanno persino ingrassare.

Nel frattempo, le persone tendono a dare la colpa a se stesse, sentendosi come una mancanza di forza di volontà, nessun autocontrollo e cattiva genetica sono le ragioni che non possono perdere peso e tenerlo fuori. A volte incolpano se stessi così tanto da smettere di mangiare ed entrare in una modalità di fame pericolosa, piuttosto che adottare un approccio più salutare, come il mangiare consapevole.

Sulla falsariga di approcci più salutari all’alimentazione arriva il “mangiare intuitivo” (IE), un approccio emergente all’alimentazione sana e sostenibile e all’accettazione del corpo. I mangiatori intuitivi credono che la colpa non debba essere attribuita ai “dieters” in sé, ma piuttosto al processo imperfetto della dieta.

Il consumo intuitivo è basato sull’evidenza? Sì, secondo dozzine di studi, questo approccio sembra promettente e “un’alternativa realistica per affrontare il sovrappeso e l’obesità rispetto ai tradizionali trattamenti dimagranti”.

Che cos’è il consumo intuitivo?

Qual è la definizione di mangiare intuitivo? Non esiste una sola definizione di alimentazione intuitiva, poiché persone diverse si avvicinano a questo stile di alimentazione in modi unici.

Il termine “mangiare intuitivo” fu coniato per la prima volta negli anni ’90 dagli autori del Mangiare Intuitivo libro, dietisti registrati Evelyn Tribole e Elyze Resch. Hanno descritto IE come:

… un nuovo modo di mangiare che alla fine è privo di difficoltà e salutare per la mente e il corpo. È un processo che libera le catene della dieta (che può solo portare a privazione, ribellione e aumento di peso in estensione). Significa tornare alle tue radici – fidarti del tuo corpo e dei suoi segnali.

Secondo il Associazione Nazionale Disturbi Alimentari, la definizione di alimentazione intuitiva è: “Fidarsi della saggezza del proprio corpo interiore per fare delle scelte intorno al cibo che si sentono bene nel proprio corpo, senza giudizio e senza influenza dalla cultura della dieta”.

I tassi di obesità e sovrappeso continuano a salire, ma sempre più persone affermano di essere a “dieta” che mai. Alla fine è stato cliccato con alcuni del pubblico che abbiamo bisogno di un altro modo per avvicinarci a un’alimentazione più sana.

Molti studi hanno trovato implicazioni positive per IE, inclusa la protezione contro l’obesità, l’abbassamento degli indici di massa corporea, portando a a mentalità più sana sul cibo, abbassando i livelli di cortisolo e migliorando l’immagine del corpo.

Le basi di IE:

Evelyn Tribole ed Elyze Resch definiscono il loro approccio un “allontanamento di 180 gradi dalla dieta”. Invece di concentrarsi fortemente sulla perdita di peso, la privazione, il taglio o il conteggio delle calorie e la cancellazione di determinati alimenti, il loro obiettivo è insegnare alle persone come mangiare in un modo che supporti una relazione più sana con il cibo.

In sostanza, l’obiettivo di IE è praticare la salute ogni livello – sia fisicamente che mentalmente.

Come impari a essere intuitivo quando si tratta di fare delle scelte alimentari? Un modo è seguire i 10 principi del mangiare intuitivo (vedi sotto).

Dietisti e terapisti coinvolti in ricerche alimentari intuitive hanno anche messo insieme diverse linee guida generali per IE, che includono:

  1. Mangiare per lo più intrinseco (principalmente mangiare in base ai tuoi segnali interiori per pienezza e fame)
  2. A volte mangiare estrinseco (a volte mangiare in base al tuo umore, situazione sociale, ora del giorno o disponibilità di cibo senza sensi di colpa)
  3. Anti-dieta (mangiare non determinato da alcuna dieta specifica, come contare le calorie o seguire una dieta rischiosa a basso contenuto di grassi, o semplicemente per perdere peso)
  4. Cura di sé e accettazione del corpo (indipendentemente dalle dimensioni attuali)

10 principi fondamentali

Quali sono i principi del mangiare intuitivo? Secondo IntuitiveEating.org, i 10 principi alimentari intuitivi sono i seguenti:

1. Rifiuta la dieta mentale

“Se permetti anche solo una piccola speranza di indugiare sul fatto che una nuova e migliore dieta potrebbe essere in agguato dietro l’angolo, ti impedirà di essere libero di riscoprire il cibo intuitivo”.

2. Onora la tua fame

“Mantieni il tuo corpo biologicamente alimentato con energia e carboidrati adeguati. Altrimenti puoi innescare un azionamento primitivo per eccesso di cibo. “

3. Fai pace con il cibo

“Chiama una tregua, ferma la lotta per il cibo! Concediti il ​​permesso incondizionato di mangiare. Se dici a te stesso che non puoi o non dovresti avere un particolare cibo, può portare a intensi sentimenti di privazione che si trasformano in voglie incontrollabili e, spesso, abbuffate. “

4. Sfida la polizia alimentare

“Urla un forte” NO “ai pensieri nella tua testa che dichiarano che sei” buono “per mangiare calorie minime o” cattivo “perché hai mangiato un pezzo di torta al cioccolato”.

5. Rispetta la tua pienezza

“Ascolta i segnali del corpo che ti dicono che non hai più fame. Osserva i segni che indicano che sei comodamente pieno. “

6. Scopri il fattore soddisfazione

“Quando mangi ciò che vuoi veramente, in un ambiente che è invitante e favorevole, il piacere che provi sarà una forza potente nell’aiutarti a sentirti soddisfatto e soddisfatto.”

7. Onora i tuoi sentimenti senza usare cibo

“Trova modi per confortare, coltivare, distrarre e risolvere i tuoi problemi senza usare cibo. Ansia, solitudine, noia, rabbia sono emozioni che tutti viviamo durante la vita. Ognuno ha il suo innesco e ognuno ha la sua pacificazione. Il cibo non risolverà nessuno di questi sentimenti. “

8. Rispetta il tuo corpo

“Accetta il tuo progetto genetico … È difficile rifiutare la mentalità dietetica se non sei realistico e eccessivamente critico sulla forma del tuo corpo.”

9. Esercizio: senti la differenza

“Sposta la tua attenzione su come ci si sente a muovere il tuo corpo, piuttosto che l’effetto di bruciare calorie dell’esercizio.”

10. Onora la tua salute

“Fai delle scelte alimentari che onorano la tua salute e le tue papille gustative mentre ti fanno sentire bene. Ricorda che non devi seguire una dieta perfetta per essere in salute “.

4 vantaggi

1. Riduce lo stress e l’ansia per quanto riguarda le scelte alimentari

Ovviamente, l’alimentazione e l’esercizio fisico sono pezzi importanti del puzzle quando si tratta di vivere una vita sana, ma prima di tutto la priorità in termini di IE è quella di “rifiutare la mentalità dietetica” che induce molte persone a sentirsi in colpa, cronicamente stressate e fuori dal contatto con i propri corpi.

Secondo a Articolo del 2019 pubblicato in Psicologia della salute aperta, mangiare in modo intuitivo può comportare un miglioramento del benessere, livelli di stress più bassi e una minore produzione di cortisolo, il principale “ormone dello stress” che è legato all’aumento di peso, disturbi dell’umore e disturbi del sonno. Le persone che si concentrano sulla salute prima del peso tendono a sperimentare stati emotivi più piacevoli in generale, secondo gli studi.

I mangiatori intuitivi riferiscono di sentirsi ottimisti, felici, riconoscenti, più socialmente integrati, efficaci e resilienti. Sono pari più probabilità di essere fisicamente attivi su base regolare, forse perché valorizzano maggiormente i loro corpi e hanno più energia.

2. Incoraggia la flessibilità e il consumo di un’ampia varietà di alimenti

Proprio l’opposto della maggior parte dei programmi dietetici a risoluzione rapida, IE propone un modo di mangiare che consente tutte le scelte alimentari. In sostanza nulla è vietato e non c’è limite a quante calorie, grammi di grassi o carboidrati possono essere consumati in un giorno.

Mentre “anti-dieta“Da solo non aiuta necessariamente qualcuno a ridurre i rischi per la salute e a prendere decisioni dietetiche intelligenti, IE spera di incoraggiare un’alimentazione sana in un modo radicalmente nuovo: riconciliare i problemi alimentari proibiti, scatenare i comuni ceppi di dieta (privazione, ribellione e aumento di peso di rimbalzo) e aiutare le persone a tornare a fidarsi dei segni e delle preferenze naturali del proprio corpo.

Questo è il motivo per cui a Studio del 2019 ha trovato prove che l’IR può aiutare gli adulti a mangiare per motivi fisici piuttosto che per motivi emotivi e per fare meglio affidamento su segnali di fame e sazietà.

3. Può aiutare a migliorare la salute anche senza perdita di peso

Ti chiedi quanto possa essere veramente salutare questo modo di mangiare quando si tratta di alimentazione e peso? Uno studio pubblicato in Nutrizione per la salute pubblica hanno scoperto che punteggi alimentari più alti e intuitivi erano legati alla gestione del peso più sana e agli BMI più sani e ai migliori indicatori di salute fisica diversi dall’IMC (come i livelli di pressione sanguigna e colesterolo).

Ciò suggerisce che l’ascolto dei segnali del tuo corpo per determinare cosa, quando e quanto mangiare è uno dei modi migliori per prevenire l’aumento di peso a lungo termine.

Come funziona l’alimentazione intuitiva per migliorare gli indicatori di salute come la pressione sanguigna, il colesterolo, ecc.?

Ohio State University ha pubblicato a grande studio su oltre 1.300 donne che si sono concentrate su diverse caratteristiche chiave del mangiare intuitivo, tra cui:

  1. Autorizzazione incondizionata a mangiare quando si ha fame e i tipi di alimenti desiderati
  2. Mangiare per ragioni fisiche piuttosto che emotive
  3. Affidamento alla fame interna e suggerimenti di sazietà per determinare quando e quanto mangiare

Le donne hanno prima completato l’intuitiva scala alimentare (IES) per misurare se si autoidentificavano come mangiatori intuitivi. Rispetto alle donne con un punteggio basso su questa scala, è stato scoperto che i mangiatori intuitivi hanno maggiore autostima, accettazione del corpo e soddisfazione; minori livelli di stress sull’essere magri e adeguati ideali culturali; maggiore soddisfazione per la vita e sentimenti positivi, tra cui l’ottimismo e la gestione proattiva delle emozioni; migliore consapevolezza delle sensazioni fisiche che provengono dal corpo (fame, pienezza, battito cardiaco accelerato, respiro affannoso, ecc.); e indici di massa corporea più sani.

Per riassumere, coloro che praticano IE sembrano beneficiare di meno stress, inclusione di una varietà di alimenti e cura di sé.

4. Costruisce fiducia in se stessi e fiducia

Poiché rimuove lo stress, la privazione e la sfiducia dall’equazione di perdita di peso, IE si basa su una migliore connessione mente-corpo. Questo aiuta la maggior parte delle persone a fare buone scelte alimentari il più delle volte, a mettersi meglio in contatto con i segnali del proprio corpo di fame contro pienezza e a rispettare e apprezzare il proprio corpo unico di qualsiasi dimensione.

Il Associazione Americana di Psicologia identificato un ulteriore vantaggio di un’alimentazione intuitiva: migliore fiducia in se stessi e dipendenza dall’innata fame e dai segnali di sazietà del corpo. I mangiatori intuitivi si affidano principalmente ai loro corpi per dire loro quando e quanto mangiare, invece di quale cibo si trova di fronte a loro, l’ora del giorno, le porzioni che vengono servite nei ristoranti o ciò che gli altri mangiano.

Gli studi dimostrano anche che una migliore fiducia nel proprio corpo porta ad un maggiore apprezzamento di sé (nonostante le dimensioni e le imperfezioni percepite), essere più attenti ai bisogni di base del corpo e avere un rischio più basso di sintomi del disturbo alimentare (come bulimia, disturbo da alimentazione incontrollata o anoressia) ) o immagine negativa del corpo.

Funziona per la perdita di peso?

Se speri di trovare cibi intuitivi prima e dopo le foto che mostrano risultati drastici di perdita di peso, probabilmente rimarrai deluso. La connessione tra consumo intuitivo e perdita di peso è controversa, ma molti esperti di IE affermano che la perdita di peso non è un obiettivo primario di IE.

La maggior parte dei sostenitori di IE ritiene che l’obiettivo della perdita di peso non dovrebbe essere al centro della scena, ma piuttosto dovrebbe essere “messo sul bruciatore posteriore” al fine di concentrarsi sulla salute generale e sentirsi bene. Alcuni studi hanno anche scoperto che IE non porta alla perdita di peso in molti casi, soprattutto rispetto al rigoroso controllo dell’apporto calorico.

Ecco la buona notizia: alcuni studi hanno scoperto che le persone che mangiano in modo intuitivo hanno meno probabilità di seguire una dieta yo-yo (o perdere e ingrassare più e più volte, il che può danneggiare il metabolismo), perché si impegnano in meno comportamenti che portano a emozioni mangiare o aumento di peso. I mangiatori intuitivi possono avere meno probabilità di mangiare in assenza di fame, mangiare per alleviare lo stress, mangiare a causa di fattori situazionali o sociali come la pressione dei coetanei, per limitare determinati gruppi alimentari e abbuffarsi a causa della privazione.

I mangiatori intuitivi ritengono che la mancanza di conoscenza della nutrizione generale non sia uno dei motivi principali per cui molti adulti non riescono a perdere peso, piuttosto sono le ragioni emotive alla base del mangiare che sono più difficili da superare.

Inizialmente, alcune persone sono molto scettiche su come qualsiasi programma alimentare che consenta tutti gli alimenti e un conteggio delle calorie pari a zero possa davvero aiutare a gestire il peso e migliorare la salute mentale. Ma numerosi studi dimostrano che rifiutare decisamente la maggior parte delle “diete” risulta migliore accettazione del corpo, controllo del peso sano, meno di una dieta a base di yo-yo, scelte alimentari per lo più complete e nutrienti e ancora più bassa incidenza di sintomi del disturbo alimentare.

Mangiare intuitivo contro mangiare consapevole

Il consumo consapevole descrive il processo di consapevolezza mentre si mangia. Implica prestare attenzione (apposta) alla tua vera esperienza alimentare, senza giudizio.

Il consumo consapevole è considerato da alcuni come una parte importante del mangiare intuitivo, poiché IE riguarda la sintonizzazione di mente, corpo e cibo; tuttavia, IE è una filosofia più ampia che tocca anche l’attività fisica e il rifiuto delle norme sociali.

Riesci a combinare i principi di entrambi? In tal caso, che cos’è il “consumo intuitivo consapevole”?

Si, puoi. Lo fai ascoltando i segnali del tuo corpo interiore che ti dicono che stai iniziando ad avere fame e, quando ne hai avuto abbastanza, per sentirti soddisfatto.

Scopri come ci si sente ad essere “comodamente pieni” senza essere eccessivamente imbottito. Inoltre, prova a mangiare prima di sentirti “famelico”, il che può facilmente portare a un eccesso di cibo prima di raggiungere la sazietà.

Molte persone trovano utile rallentare quando si mangia, masticare bene il cibo, mangiare senza distrazioni (non inviare e-mail, guardare la TV, guidare, ecc.) E fare una pausa nel mezzo di un pasto o uno spuntino per prendere nota di quanto si sentano pieni

Pratica il consumo consapevole e chiediti se ciò che stai effettivamente ti soddisfa o se lo stai semplicemente mangiando perché è lì. Un principio che molti mangiatori intuitivi amano seguire è: “Se non lo ami, non mangiarlo, e se lo ami, gustalo.”

6 passaggi per diventare un mangiatore intuitivo

Pronto a imparare come iniziare a mangiare in modo intuitivo? Inizia seguendo questi utili suggerimenti alimentari intuitivi:

1. Riconosci che le diete a correzione rapida o di moda non funzionano

È allettante credere che ci sia un modo per perdere peso velocemente, facilmente e in modo permanente prendendo misure drastiche, eliminando interi gruppi alimentari, tagliando radicalmente le calorie o seguendo una dieta a basso contenuto di carboidrati. Ma in realtà, la maggior parte delle persone non può ignorare la biologia naturale e le voglie del proprio corpo per lunghi periodi di tempo.

Invece di provare dieta dopo dieta solo per sentirti un fallimento ogni volta che “cadi dal carro”, smetti di stare tutti insieme.

Abbandona l’idea che ci siano diete nuove e migliori in agguato dietro l’angolo e ritorna a ciò che ha funzionato per secoli per le persone: mangiare cibi veri, praticare la moderazione e muovere il tuo corpo! Punta a una dieta ricca di nutrienti che supporti un corpo sano, una mente stabile e livelli di energia costanti, il tutto senza cercare di essere “perfetto”.

Fai delle scelte alimentari che onorino la tua salute e soddisfino le tue papille gustative, facendoti anche sentire bene. Se non sei esattamente sicuro di quali alimenti funzionino meglio per te e quali no, potresti prendere in considerazione l’utilizzo di una cartella di lavoro alimentare intuitiva per tracciare le tue reazioni a cibi diversi o magari lavorare con un allenatore esperto di cibo addestrato.

2. Alimentati con abbastanza calorie

La motivazione di voler semplicemente perdere peso per avere un aspetto migliore, soprattutto per un evento specifico, può essere temporanea e fugace – ma ancora più importante, fa sì che molte persone si privino di abbastanza calorie e riposo, il che ha effetti dannosi sul metabolismo. Riconosci che è importante dare al tuo corpo le calorie di cui ha bisogno, altrimenti è probabile che tu abbia a che fare con sentimenti di affaticamento cronico, privazione e risentimento, inoltre hai l’impulso di mangiare troppo o di abbuffarti a causa di cambiamenti biologici.

3. Evita di pensare “bene / male” o “bianco / nero” a determinati alimenti

È vero che alcuni alimenti sono più ricchi di nutrienti rispetto ad altri, ma promettere al 100% di eliminare determinati alimenti o gruppi di alimenti dalla propria dieta per sempre può solo aumentare lo stress e le sensazioni di preoccupazione per i “cibi proibiti”. I mangiatori intuitivi mirano a “fare la pace con il cibo, chiamare una tregua e fermare la lotta per il cibo”.

Certo, vuoi dare la priorità a mangiare tutti i tipi di cibi sani rispetto a cibi altamente trasformati, ma non aspettarti la perfezione e presumere che non avrai mai più i tuoi cibi preferiti preferiti.

Se dici a te stesso che non puoi o non dovresti mai più avere un particolare cibo, può portare a intensi sentimenti di vergogna insieme a desideri incontrollabili. Gli esperti ritengono che pensare tutto o niente agli alimenti possa aumentare la probabilità di abbuffarsi, perché quando qualcuno alla fine “cede” al loro cibo proibito, sono quindi tentati di mangiare grandi quantità, di sentirsi come la loro “ultima possibilità” e poi sentirsi in colpa travolgente.

Ricorda che è ciò che mangi costantemente nel tempo che conta e che “il progresso, non la perfezione” è l’obiettivo. Fai del tuo meglio per non vedere alcuni alimenti (o interi gruppi di alimenti come carboidrati, grassi o proteine ​​animali, per esempio) come “cattivi”.

Invece, mira solo ad averli meno spesso e focalizza la tua attenzione aggiungendo più cose che supportano la tua salute e ti fanno sentire bene.

4. Impara a mangiare quando hai fame e fermati quando è pieno

“Sentire la tua pienezza” e “onorare la tua fame” sono due principi chiave del mangiare intuitivo. Molte persone scoprono che quando non classificano alcun alimento come totalmente off-limits o si privano di abbastanza calorie, possono finalmente iniziare a mangiare in linea con ciò di cui il loro corpo ha veramente bisogno.

5. Trova i modi per gestire lo stress e le emozioni senza l’uso di cibo

Per molte persone, IE apre le porte alla ricerca di nuovi modi per destabilizzare, confortare, nutrire o distrarre se stessi e risolvere i problemi emotivi, senza mangiare troppo o rivolgersi a confortare il cibo. Di tanto in tanto proviamo emozioni forti come frustrazione, ansia, solitudine o noia, ma è importante rendersi conto che il cibo non può effettivamente riparare nessuno di questi sentimenti o risolvere problemi nella tua vita.

Il mangiare emotivo potrebbe sentirsi bene in questo momento, ma in realtà di solito finisce col risolvere il problema iniziale anche peggio, perché allora anche tu devi affrontare sentimenti di vergogna o disagio.

Ti chiedi come essere più felice ogni giorno e trovare sbocchi adeguati per emozioni e stress a disagio? Prova ad allenarti in modo divertente, a meditare o a guarire la preghiera, a scrivere un diario, a massaggiare la terapia, a agopuntura o a passare del tempo con le persone che ami.

Quando si tratta di imparare a gestire lo stress in modo sano, molte persone possono anche trarre vantaggio dal tenere un diario alimentare intuitivo o dall’utilizzo di un’app di cibo intuitiva come supporto, come Hai mangiato. Questi sono utili per diventare più consapevoli delle abitudini malsane, di ciò che stai mangiando e perché e di come ti senti prima e dopo aver mangiato.

Ad esempio, puoi scegliere di scrivere ciò che hai mangiato, come ti sentivi, quanto avevi fame, quanto eri pieno dopo e i tuoi sentimenti riguardo alle diverse esperienze alimentari. Secondo a Studio pilota 2019 che sta studiando l’uso delle app per smartphone per l’apprendimento di IE, impegnarsi in questi tipi di pratiche si ritiene che aiuti a “colmare il divario tra le intenzioni di eseguire un comportamento particolare e l’effettivo cambiamento comportamentale”.

6. Pratica l’accettazione del corpo e sii realistico riguardo ai tuoi obiettivi

Tutti abbiamo progetti genetici unici e, per molte persone, raggiungere il loro “peso ideale” è irrealistico, insostenibile e forse anche malsano. Solo perché stai portando un po ‘di peso in più di quello che vorresti non significa necessariamente che non sei sano e che devi forzarti ad essere più piccolo.

Chiediti se i tuoi obiettivi sono realistici. Stai impostando la barra troppo alta? La tua attuale dieta o esercizio fisico sta causando più stress e danni di quanto valga la pena?

Accetti il ​​tuo corpo naturale o combatti costantemente la tua genetica e ti stai picchiando? Rispetta il tuo corpo, abbandona il più possibile la colpa e inizia a sentirti meglio su chi sei, così potrai prenderti cura di te a lungo termine.

Come si alleva un mangiatore intuitivo?

I principi del mangiare intuitivo possono giovare sia ai bambini che ai genitori, poiché mangiare in modo intuitivo crea autonomia e fiducia in se stessi. Una specialista molto apprezzata nel cibo dei bambini di nome Ellyn Satter ha persino creato il Feeding Dynamics Model (o “divisione della responsabilità nell’alimentazione“) All’inizio degli anni ’80 per aiutare i genitori a crescere i mangiatori intuitivi.

In questo modello, il genitore o il caregiver fornisce la struttura scegliendo quale cibo servire durante i pasti regolari e gli spuntini, mentre il bambino decide quanto degli alimenti offerti da mangiare. L’obiettivo è consentire ai bambini di rimanere sensibili alla fame interna e ai segnali di sazietà ed evitare di interrompere la capacità del bambino di autoregolamentare l’assunzione di energia e la quantità di cibo consumato.

Secondo un articolo pubblicato da La rivista dietetica di oggi:

Consentire ai bambini di mangiare in modo intuitivo dà ai bambini un maggiore senso di autostima, comprensione dei confini [and] connessione con la famiglia e gli operatori sanitari durante i pasti, e in genere godranno di una più ampia varietà di cibi … mentre strategie come incoraggiare, corrompere o ingannare possono essere ben intenzionate, finiscono per aumentare il cibo schizzinoso e le crescenti lotte di potere al tavolo.

Secondo i dietisti formati in IE per i bambini, la cosa migliore che i genitori possono fare quando allattano i loro figli è non dire nulla una volta che il cibo è davanti al bambino, ma piuttosto concentrarsi sull’offerta di spuntini e pasti nutrizionalmente completi che forniscono almeno due dei tre macronutrienti.

Si dice che “contribuisca a promuovere stati d’animo stabili e zucchero nel sangue, aiutando bambini e genitori ad affinare la vera fame e pienezza”. Molti esperti raccomandano anche di mangiare come una famiglia a tavola, senza dispositivi o altre distrazioni.

Rischi ed effetti collaterali

Come si inizia a mangiare in modo intuitivo se si ha una storia di alimentazione disordinata o una relazione complicata con il cibo? La cosa migliore da fare in questa situazione è chiedere aiuto a un consulente alimentare intuitivo, che può essere un dietista, terapista o allenatore sanitario registrato che ha ricevuto una certificazione alimentare intuitiva.

Ciò è particolarmente importante se in passato hai lottato con un disturbo alimentare, poiché IE tende a suscitare molti sentimenti difficili e può essere difficile navigare da solo durante le diverse fasi di recupero dai disturbi alimentari. Uno dei motivi per cui IE può essere difficile durante il recupero è perché i segnali di fame / pienezza tendono ad essere inaffidabili per un periodo di tempo mentre il corpo si regola.

Durante le prime fasi del recupero, sono spesso necessari piani di pasto per aiutare a ripristinare il peso, a nutrire il corpo e a stabilire modelli alimentari normalizzati, ma dopo qualche tempo, IE può diventare più un focus.

Si raccomanda a coloro che lottano con problemi legati all’alimentazione di leggere prima il funzionario Mangiare Intuitivo prenota e / o acquista il funzionario Cartella di lavoro intuitiva per aiutarsi a imparare di più. Si raccomanda inoltre di trovare un terapeuta o un dietista che capisca veramente questo lavoro e come dovrebbe essere implementato durante il recupero.

Pensieri finali

  • Cos’è il mangiare intuitivo? Una definizione di consumo intuitivo (IE) è, “fidarsi della saggezza del proprio corpo interiore per fare delle scelte intorno al cibo che si sentono bene nel proprio corpo, senza giudizio e senza influenza dalla cultura della dieta”.
  • Ecco come praticare il cibo intuitivo: segui i 10 principi del cibo intuitivo come descritto dagli autori del Mangiare Intuitivo libro, alcuni dei quali includono: rifiutare la mentalità dietetica, onorare la fame, fare pace con il cibo, sfidare la polizia alimentare, scoprire il fattore soddisfazione e onorare i propri sentimenti senza usare il cibo.
  • Tieni presente che la perdita di peso non è necessariamente il modo in cui dovresti giudicare i tuoi risultati alimentari intuitivi. Mentre può verificarsi la perdita di peso, non è il principale vantaggio o obiettivo. I reali vantaggi di IE includono riduzione dello stress, maggiore flessibilità, consumo di un’ampia varietà di alimenti, migliore fiducia in se stessi, maggiore fiducia e miglioramento della salute generale.

Questo post è stato utile per te?

+0
Ultimi articoli

Ti potrebbe interessare

Menu