Diete

9 principali benefici della dieta mediterranea

La dieta mediterranea non è solo un modo gustoso di mangiare, bere e vivere, ma è anche un modo realistico e sostenibile per ridurre l’infiammazione che causa la malattia e anche per perdere peso (o per mantenere un peso sano). Infatti, a gennaio 2019, quando le notizie degli Stati Uniti hanno valutato 41 delle diete più popolari, hanno identificato la dieta mediterranea come “Migliore dieta generale“.

La dieta mediterranea è stata a lungo una delle diete più sane conosciute dall’uomo. La storia e la tradizione della dieta mediterranea provengono dai modelli storici alimentari e sociali delle regioni dell’Italia meridionale, della Grecia, della Turchia e della Spagna.

Pertanto, la dieta mediterranea non è nemmeno una “dieta” nel modo in cui di solito le pensiamo, più come un modo di mangiare e vivere per tutta la vita. Per migliaia di anni le persone che vivono lungo la costa del Mediterraneo si sono abbandonate a dieta ricca di fibre di frutta e verdura, compresi anche grassi e proteine ​​di qualità con moderazione, e talvolta anche un bicchiere di vino prodotto localmente per completare un pasto.

Nel frattempo, questo modello alimentare ha guadagnato una reputazione per la prevenzione delle malattie, il miglioramento dell’umore e persino il peso “piacevole” gestibile. Esatto, gli studi dimostrano la stessa dieta che può aiutarti a perdere peso in eccesso e anche a tenerlo fuori, può anche ridurre il rischio di depressione, malattie cardiovascolari e altro ancora.

Iniziando in Italia migliaia di anni fa e diffondendosi in Grecia, Spagna e altre aree del Mediterraneo, questa dieta ha oggi successo in tutto il mondo per la promozione della salute e della longevità. Mentre è sempre esistito, anche prima che libri e studi fossero dedicati ad esso, la dieta ha iniziato a prendere piede in tutto il mondo negli anni ’90, quando un medico dell’Università di Harvard lo ha mostrato come una dieta utile per migliorare la salute del cuore, perdere peso e chiarire altri problemi di salute.

La dieta mediterranea è ancora buona per te?

Nel 2013 è stato pubblicato uno studio di riferimento su oltre 7000 persone in Spagna. I soggetti dello studio sono stati divisi in tre gruppi: quelli che ricevono consigli su come seguire una dieta mediterranea e ottenere olio extra vergine di oliva consegnato a casa loro; ricevere consigli su come seguire la dieta mediterranea e far consegnare le nocciole a casa loro; e, nel gruppo di controllo, ricevere consigli su come seguire una dieta povera di grassi.

Lo studio ha scoperto che le persone che seguivano una dieta mediterranea integrata con le consegne di olio d’oliva avevano il 30 percento in meno di probabilità di morire attacco di cuore, malattia, ictus o morte per cause cardiovascolari rispetto a coloro che seguono una dieta povera di grassi. (1) In effetti, lo studio è terminato prima del previsto, poiché i risultati erano abbastanza drastici da non essere etici per continuare a condurla. Per quelli di noi che sostengono una dieta mediterranea, questo studio è stato una valida conferma.

Ma a giugno 2018, gli autori hanno fatto il raro passo di ritrarre lo studio originale nel New England Journal of Medicine basato su difetti nel modo in cui lo studio originale è stato condotto. Si scopre che circa il 15 percento delle persone nello studio non sono state effettivamente inserite in un determinato gruppo in modo casuale – le persone con un membro della famiglia che hanno partecipato sono state collocate nello stesso gruppo; una clinica ha assegnato tutti allo stesso gruppo; e un altro sito di studio non ha utilizzato correttamente la tabella di randomizzazione.

Gli autori dello studio hanno affermato che dopo aver escluso le persone non randomizzate dallo studio e aver riesaminato i dati, i risultati sono ancora veri. Ma poiché lo studio non è stato davvero casuale, non può più affermare che i benefici per la salute siano direttamente causati dalla dieta mediterranea e dall’olio d’oliva.

Invece, una versione rivista dello studio è stata rilasciata il 13 giugno 2018 (2a) Questo studio aggiornato ha apportato modifiche statistiche ai dati, tenendo conto del fatto che non era casuale al 100%. Anche la lingua è più morbida – invece di dire che la dieta mediterranea era la causa diretta del ridotto tasso di malattie cardiovascolari e morte, dice semplicemente che le persone che seguivano la dieta ne avevano meno esempi.

Quindi la dieta mediterranea è ancora sana? Assolutamente. Anche se questo studio potrebbe essere stato imperfetto, non cambia il fatto che frutta fresca, verdure, proteine ​​magre, cereali integrali, pesce e grassi sani come l’olio d’oliva (insieme al bicchiere di vino occasionale!) sono tutti alimenti che hanno dimostrato di essere buoni per te da soli. Insieme, comprendono una dieta che può essere eccezionale per la tua salute – studio o nessun studio.

E come Allan S. Brett, MD, caporedattore di NEJM Journal Watch dice “Dopo la rianalisi dei dati, i risultati originali sono sostanzialmente invariati”. (2b)

Quali sono i benefici per la salute della dieta mediterranea?

Considerato da molti esperti di nutrizione come uno dei modi di mangiare più salutari per il cuore, la base della dieta mediterranea è piena di alimenti antinfiammatori e costruito su alimenti a base vegetale e grassi sani.

Sulla base di molte ricerche, questa particolare dieta può proteggere dallo sviluppo di malattie cardiache, complicanze metaboliche, depressione, cancro, diabete di tipo 2, obesità, demenza, morbo di Alzheimer e Parkinson. La parte migliore è, nonostante tutti questi benefici, offre comunque l’opportunità alle persone di “mangiare, bere ed essere allegri”.

Vi siete mai chiesti perché le persone della regione mediterranea sembrano così felici e piene di vita? È allettante attribuire la loro buona salute e il loro umore positivo a un solo fattore – come la loro dieta, per esempio – ma la verità è che è una combinazione dei loro fattori di stile di vita e le loro diete non trasformate che hanno promosso la loro longevità e bassi tassi di malattia per secoli.

Secondo la Harvard School of Public Health, “Insieme alla regolare attività fisica e al non fumo, le nostre analisi suggeriscono che oltre l’80% delle malattie coronariche, il 70% di ictus e il 90% di diabete di tipo 2 possono essere evitati da scelte alimentari sane che sono coerenti con la tradizionale dieta mediterranea.” (3)

Quali alimenti sono inclusi nella dieta mediterranea?

Il modo di mangiare mediterraneo promuove cibi tra cui:

  • frutta e verdura fresca (soprattutto verdure a foglia verde come spinaci e cavoli e verdure non amidacee come melanzana, cavolfiore, carciofi, pomodori e finocchi)
  • olio d’oliva
  • noci e semi (come mandorle e semi di sesamo usati per fare il tahini)
  • legumi e fagioli (in particolare lenticchie e Ceci faceva hummus)
  • erbe e spezie (come origano, rosmarino e prezzemolo)
  • cereali integrali
  • mangiare pesce e frutti di mare catturati in natura almeno due volte a settimana
  • pollame da allevamento, uova, formaggio di alta qualità, latte di caprae ricco di probiotici kefir o yogurt consumato con moderazione
  • carne rossa consumata in occasioni speciali o circa una volta alla settimana
  • molta acqua fresca e un po ‘di caffè o tè
  • spesso un bicchiere quotidiano di vino rosso

L’importanza dell’olio d’oliva

Quasi ogni ricercatore nutrizionale attribuisce almeno alcuni dei leggendari benefici per la salute della dieta mediterranea alle abbondanti quantità di olio d’oliva incluso in quasi ogni pasto. Le olive stesse sono un alimento antico e gli olivi crescono intorno alla regione del Mediterraneo da circa 3000 a.C.

L’olio d’oliva si unisce agli alimenti contenenti grassi omega-3, come il salmone e le noci, ad esempio, come categoria d’élite di acidi grassi sani. L’olio d’oliva ha un sacco di ricerche a sostegno dei suoi benefici per la salute – infatti, è così sostenuto dalla ricerca che la FDA consente persino etichette su bottiglie di olio d’oliva contenenti un’indicazione sulla salute specifica (ad oggi questo è consentito solo su olio d’oliva, grassi omega-3 e noci). Tale affermazione?

Prove scientifiche limitate e non conclusive suggeriscono che mangiare circa 2 cucchiai (23 grammi) di olio d’oliva al giorno può ridurre il rischio di malattie coronariche a causa del grasso monoinsaturo nell’olio d’oliva. Per ottenere questo possibile beneficio, l’olio d’oliva deve sostituire una quantità simile di grassi saturi e non aumentare il numero totale di calorie che mangi in un giorno. (4)

Quindi cos’è l’olio d’oliva che lo rende così buono per te?

Per iniziare, l’olio d’oliva è molto ricco di composti chiamati fenoli, che sono potenti antiossidanti in grado di ridurre l’infiammazione e combattere i danni dei radicali liberi. L’olio d’oliva è composto principalmente da acidi grassi monoinsaturi, il più importante dei quali è chiamato acido oleico. L’acido oleico è noto per essere estremamente salutare per il cuore in molti modi, soprattutto se paragonato a molti altri oli vegetali raffinati, grassi trans o grassi idrogenati.

L’olio d’oliva ha anche un incremento in termini di benefici per la salute del cuore rispetto alla maggior parte dei carboidrati a base di cereali, ad esempio diete ad alto contenuto di grassi monoinsaturi abbassare il colesterolo LDL, aumentare alcuni livelli di colesterolo HDL e abbassare i trigliceridi meglio delle diete ricche di carboidrati, secondo alcuni studi. (5)

Quanto olio d’oliva dovresti consumare ogni giorno? Mentre le raccomandazioni differiscono a seconda delle tue specifiche esigenze caloriche e della dieta, ovunque da uno a quattro cucchiai sembra essere utile. Le stime mostrano che quelli nella regione del Mediterraneo consumano probabilmente dai tre ai quattro cucchiai al giorno, e questa è la quantità che alcuni operatori sanitari raccomandano ai loro pazienti con malattie cardiache.

Basta ricordare che tutto l’olio d’oliva non è stato creato allo stesso modo. Sfortunatamente, la maggior parte dei produttori commerciali che stanno cercando di cavalcare l’hype sulla salute dell’olio d’oliva si sono lanciati sul mercato con tutti i tipi di oli d’oliva falsi, che sono imitazioni e prodotti di qualità inferiore. Il problema è che questi oli non vengono sempre raccolti o trattati correttamente, il che può uccidere molti dei loro delicati nutrienti e rendere rancidi o tossici alcuni dei loro acidi grassi.

Ecco cosa fa davvero la differenza: cerca etichette che indicano che il tuo olio è “extravergine” e idealmente spremuto a freddo. L’olio d’oliva è quasi unico tra gli oli in quanto puoi consumarlo nella sua forma grezza senza alcuna elaborazione necessaria (ad esempio, potresti letteralmente spremere le olive e goderne i loro oli naturali).

Mentre è delicato e non necessariamente il miglior olio per cucinare, l’olio spremuto a freddo o spremuto dall’espeller non è stato raffinato, quindi mantiene meglio tutte le sue vitamine naturali, acidi grassi essenziali, antiossidanti e altri nutrienti. Mentre l’olio non raffinato viene separato senza calore elevato, acqua calda, solventi e non filtrato, dall’altro lato alcuni oli vengono riscaldati ad alto grado, il che riduce i loro benefici.

9 benefici della dieta mediterranea

1. Basso contenuto di alimenti e zuccheri trasformati

La dieta consiste principalmente in alimenti e ingredienti molto vicini alla natura, tra cui olio d’oliva, legumi come piselli e fagioli, frutta, verdura, prodotti a base di cereali non raffinati e piccole porzioni di prodotti animali (che sono sempre “biologici” e prodotti localmente) . A differenza della tipica dieta americana, è molto povera di zuccheri e praticamente priva di OGM o ingredienti artificiali come sciroppo di mais ad alto fruttosio, conservanti e esaltatori di sapidità. Per qualcosa di dolce, le persone nel Mediterraneo godono di frutta o piccole quantità di dessert fatti in casa dolcificanti naturali come miele.

Oltre agli alimenti vegetali, un altro elemento fondamentale della dieta è il pesce pescato localmente e un consumo moderato di formaggi e yogurt di vacca, capra o pecora che sono inclusi come un modo per ricevere grassi sani e colesterolo. Piace il pesce sardine e le acciughe sono una parte centrale della dieta, che di solito è tradizionalmente inferiore nei prodotti a base di carne rispetto a molte diete occidentali di oggi.

Mentre la maggior parte delle persone nel Mediterraneo non è vegetariana, la dieta promuove solo un piccolo consumo di carne e pasti più pesanti, preferendo invece le opzioni di pesce più leggere e salutari su tutta la linea. Questo può essere utile per coloro che cercano di perdere peso e migliorare cose come il colesterolo, la salute del cuore e l’assunzione di acidi grassi omega-3.

2. Ti aiuta a perdere peso in modo sano

Se stai cercando di perdere peso senza avere fame e mantenere quel peso in modo realistico che può durare una vita, questo potrebbe essere il piano per te. La dieta è sia sostenibile che utile ed è stata intrapresa da molte persone in tutto il mondo con grande successo in relazione alla perdita di peso e altro, in quanto funziona per aiutare a gestire il peso e ridurre l’assunzione di grassi in modo naturale e facile grazie al consumo di molti nutrienti Alimenti.

C’è spazio per l’interpretazione nella dieta mediterranea, sia che tu preferisca mangiare carboidrati più bassi, proteine ​​più basse o un po ‘di mezzo. La dieta si concentra sul consumo di grassi sani mantenendo i carboidrati relativamente bassi e migliorando l’assunzione di una persona alimenti proteici di alta qualità. Se riferisci proteine ​​su legumi e cereali, hai la possibilità di perdere peso in modo sano, senza privazioni, con un’elevata quantità di frutti di mare e prodotti lattiero-caseari di qualità (che forniscono contemporaneamente altri benefici come gli omega-3 e spesso probiotici).

Pesce, latticini e carni allevate ad erba / ruspanti contengono acidi grassi sani di cui il corpo ha bisogno, lavorando per aiutarti a sentirti pieno, gestire l’aumento di peso, controllare la glicemia e migliorare il tuo umore e livelli di energia. Ma se sei più un mangiatore di piante, legumi e cereali integrali (soprattutto se sono imbevuti e germogliato) fanno anche buone scelte di riempimento.

3. Migliora la salute del cuore

La ricerca mostra che una maggiore aderenza alla dieta tradizionale mediterranea, compresi molti grassi monoinsaturi e omega-3 alimenti, è associato a una significativa riduzione della mortalità per tutte le cause, in particolare cardiopatia. In molti studi è stato dimostrato un sorprendente effetto protettivo di una dieta mediterranea ricca di acido alfa-linolenico (ALA) dall’olio d’oliva, con alcuni risultati che una dieta di tipo mediterraneo può ridurre il rischio di morte cardiaca del 30 percento e morte cardiaca improvvisa del 45 percento. (6)

La ricerca della Warwick Medical School mostra anche che quando la pressione alta viene confrontata tra le persone che mangiano più olio di girasole e quelle che consumano più olio extra vergine di oliva, l’olio d’oliva diminuisce la pressione sanguigna di importi significativamente più elevati. (7)

L’olio d’oliva è anche utile per ridurre l’ipertensione perché rende l’ossido nitrico più biodisponibile, il che lo rende più in grado di mantenere le arterie dilatate e chiare. Un altro elemento protettivo è che aiuta a combattere gli effetti dell’ossidazione che promuovono la malattia e migliora la funzione endoteliale. Tieni presente che basso livelli di colesterolo sono peggio che alti a volte, ma le persone nel Mediterraneo di solito non fanno fatica a mantenere livelli di colesterolo sani, poiché ottengono molti grassi sani.

4. Aiuta a combattere il cancro

Secondo il Giornale europeo di prevenzione del cancro,

I meccanismi biologici per la prevenzione del cancro associati alla dieta mediterranea sono stati correlati all’effetto favorevole di un rapporto equilibrato di acidi grassi essenziali omega-6 e omega-3 e elevate quantità di fibre, antiossidanti e polifenoli presenti in frutta, verdura, olio d’oliva e vino. (8)

Una dieta a base vegetale, uno che include molta frutta e verdura, è la pietra angolare della dieta mediterranea, che può aiutare a combattere il cancro in quasi tutti i modi: fornire antiossidanti, proteggere il DNA dai danni, arrestare la mutazione cellulare, ridurre l’infiammazione e ritardare la crescita del tumore. Numerosi studi indicano che anche l’olio d’oliva potrebbe essere un trattamento del cancro naturale e ridurre il rischio di tumori del colon e dell’intestino. Potrebbe avere un effetto protettivo sullo sviluppo delle cellule tumorali a causa della riduzione dell’infiammazione e della riduzione dello stress ossidativo, oltre alla sua tendenza a promuovere uno zucchero nel sangue equilibrato e un peso più sano.

5. Previene o cura il diabete

Le prove suggeriscono che la dieta mediterranea funge da modello dietetico antinfiammatorio, che potrebbe aiutare a combattere le malattie legate all’infiammazione cronica, tra cui la sindrome metabolica e il diabete di tipo 2. (9) Uno dei motivi per cui la dieta mediterranea potrebbe essere così utile per prevenire il diabete è perché controlla l’eccesso di insulina, un ormone che controlla i livelli di zucchero nel sangue, ci fa ingrassare e mantiene il peso pieno nonostante la dieta.

Regolando i livelli di zucchero nel sangue con un equilibrio di cibi integrali – contenenti acidi grassi sani, fonti di proteine ​​di qualità e alcuni carboidrati a basso contenuto di zucchero – il corpo brucia i grassi in modo più efficiente e ha anche più energia. Una dieta a basso contenuto di zuccheri con abbondanza di prodotti freschi e grassi fa parte di a piano di dieta per diabetici naturale.

Secondo l’American Heart Association, la dieta mediterranea è più ricca di grassi rispetto alla dieta americana standard, eppure è meno ricca di grassi saturi. Di solito è all’incirca un rapporto tra il 40 percento di carboidrati complessi, il 30 percento e il 40 percento di grassi sani e il 20 percento e il 30 percento di qualità alimenti proteici. Poiché questo equilibrio è in qualche modo ideale in termini di controllo dell’aumento di peso e della fame, è un buon modo per il corpo di rimanere nell’omeostasi ormonale, quindi i livelli di insulina di qualcuno sono normalizzati. Come sottoprodotto, significa anche che l’umore di una persona è più probabile che rimanga positivo e rilassato, livelli di energia più alti e attività fisica più facile.

La dieta mediterranea è povera di zuccheri, poiché l’unico zucchero presente di solito proviene da frutta, vino e occasionali dessert fatti localmente. Quando si tratta di bevande, molte persone bevono molta acqua fresca, un po ‘di caffè e anche vino rosso. Ma le bevande gassate e zuccherate non sono così popolari come lo sono negli Stati Uniti

Mentre alcune diete mediterranee includono una buona quantità di carboidrati – sotto forma di pasta o pane, ad esempio – essere attivi e consumare livelli di zucchero molto bassi significa che la resistenza all’insulina rimane rara in questi paesi. Lo stile mediterraneo di mangiare aiuta a prevenire picchi e valli nei livelli di zucchero nel sangue, che consuma energia e influisce sul tuo umore. Tutti questi vari fattori contribuiscono alle capacità di prevenzione del diabete di questa dieta.

La maggior parte delle persone nel Mediterraneo consuma una colazione equilibrata entro una o due ore dal risveglio, che inizia bene la giornata bilanciando lo zucchero nel sangue quando è al minimo. Di solito consumano tre pasti al giorno che si riempiono, con abbondanza di fibre e grassi sani. Molte persone scelgono di consumare il loro pasto più grande a metà giornata anziché di notte, il che dà loro l’opportunità di usare quel cibo per l’energia mentre sono ancora attivi.

Puoi vedere come questo differisce dalla dieta americana standard, che spesso si traduce in molte persone saltare la colazione, facendo spuntini durante il giorno con cibi ricchi di energia e ricchi di carboidrati e zucchero e mangiando molto di notte mentre sono sedentari.

6. Protegge la salute cognitiva e può migliorare il tuo umore

Mangiare in modo mediterraneo potrebbe essere un trattamento naturale del morbo di Parkinson, un ottimo modo per conservare la tua memoria e un passo nella giusta direzione per curare naturalmente la malattia di Alzheimer e demenza. Disturbi cognitivi possono verificarsi quando il cervello non riceve una quantità sufficiente di dopamina, un’importante sostanza chimica necessaria per i movimenti del corpo, la regolazione dell’umore e l’elaborazione del pensiero.

Grassi sani come olio d’oliva e noci, oltre a molte verdure e frutti anti-infiammatori, sono noti per combattere il declino cognitivo legato all’età. Questi aiutano a contrastare gli effetti dannosi dell’esposizione alla tossicità, ai radicali liberi, alle diete povere che causano infiammazione o alle allergie alimentari, che possono tutti contribuire alla compromissione della funzione cerebrale. Questo è uno dei motivi per cui l’adesione alla dieta mediterranea è legata a tassi più bassi di Alzheimer. (10)

Alimenti probiotici come yogurt e kefir aiutano anche a costruire un intestino sano, che ora sappiamo è legato alla funzione cognitiva, alla memoria e ai disturbi dell’umore.

7. Potrebbe aiutarti a vivere più a lungo!

Una dieta ricca di cibi vegetali freschi e grassi sani sembra essere la combinazione vincente per la longevità. Il grasso monoinsaturo, il tipo presente nell’olio d’oliva e in alcune noci, è la principale fonte di grassi nella dieta mediterranea. Ancora e ancora, gli studi dimostrano che il grasso monoinsaturo è associato a livelli più bassi di malattie cardiache, cancro, depressione, declino cognitivo e morbo di Alzheimer, malattie infiammatorie e altro ancora. Queste sono attualmente le principali cause di morte nelle nazioni sviluppate, in particolare le malattie cardiache.

Nel famoso studio sulla dieta del cuore di Lione, le persone che hanno avuto attacchi di cuore tra il 1988 e il 1992 sono state consigliate di seguire i consigli standard sulla dieta post-attacco cardiaco, che riduce notevolmente i grassi saturi, o hanno detto di seguire uno stile mediterraneo. Dopo circa quattro anni, i risultati del follow-up hanno mostrato che le persone che seguivano la dieta mediterranea hanno sperimentato il 70% in meno di malattie cardiache – che è circa tre volte la riduzione del rischio raggiunto dalla maggior parte dei farmaci da prescrizione per ridurre il colesterolo! Le persone che seguono la dieta mediterranea hanno anche avuto un rischio sorprendentemente inferiore del 45% di morte per tutte le cause rispetto al gruppo con la dieta standard a basso contenuto di grassi. (11)

Questi risultati sono stati veri anche se non c’è stato un grande cambiamento nei livelli di colesterolo, il che ti dice che le malattie cardiache non riguardano solo il colesterolo. I risultati dello studio di Lione sono stati così impressionanti e rivoluzionari che lo studio ha dovuto essere interrotto presto per motivi etici, in modo che tutti i partecipanti potessero seguire la dieta ad alto contenuto di grassi in stile mediterraneo e raccogliere i suoi profitti che promuovono la longevità.

8. Ti aiuta a ridurre lo stress e rilassarti

Un altro fattore che influenza è che questa dieta incoraggia le persone a trascorrere del tempo nella natura, a dormire bene e ad unirsi per un pasto sano cucinato in casa, che è fantastico modi per alleviare lo stress e, quindi, aiuta a prevenire l’infiammazione. In genere, le persone in queste regioni si assicurano di trascorrere molto tempo all’aperto nella natura; mangiare cibo circondato da familiari e amici (piuttosto che da soli o in viaggio); e dedicare tempo a ridere, ballare, fare il giardinaggio e praticare gli hobby.

Lo sappiamo tutti lo stress cronico può uccidere la qualità della tua vita insieme al tuo peso e salute. Coloro che praticano la dieta hanno il lusso di pranzare tranquillamente a un ritmo lento, mangiare cibi deliziosi locali quasi ogni giorno e impegnarsi anche in una regolare attività fisica – altri importanti fattori che aiutano a mantenere un umore felice.

Inoltre, la storia della dieta mediterranea comprende l’amore e il fascino per il vino, in particolare il vino rosso, che è considerato benefico e protettivo con moderazione. Ad esempio, il vino rosso può aiutare a combattere l’obesità, tra gli altri benefici. Questa scelta intelligente di uno stile di vita sano porta a vite più lunghe prive di complicanze croniche e malattie legate allo stress, come quelle causate da squilibri ormonali, affaticamento, infiammazione e aumento di peso.

9. Può aiutare a combattere la depressione

Uno studio del 2018 pubblicato sulla rivista Molecular Psychiatry ha trovato prove che scelte alimentari sane, quelle in linea con la dieta mediterranea, possono aiutare a ridurre il rischio di depressione. (12) I ricercatori coinvolti nello studio hanno studiato gli effetti sulla salute mentale dell’adesione a una serie di diete – tra cui la dieta mediterranea, l’indice di alimentazione sana (HEI), gli approcci dietetici per fermare la dieta dell’ipertensione (dieta DASH) e l’indice dietetico infiammatorio . Hanno scoperto che il rischio di depressione si riduceva di più quando le persone seguivano una dieta mediterranea tradizionale e in generale mangiavano una varietà di cibi anti-infiammatori.

Che cosa c’è negli alimenti anti-infiammatori che aiutano a migliorare l’umore e la salute mentale? L’infiammazione è spesso nominata come la causa principale di molte condizioni psichiatriche e di umore, tra cui schizofrenia, disturbo ossessivo compulsivo, depressione, ansia, affaticamento e astinenza sociale. Le stesse abitudini di vita che tendono ad attivare l’infiammazione – come una cattiva alimentazione, lo stress cronico e la privazione del sonno – tendono anche a produrre stati cerebrali che contribuiscono alla malattia mentale. (13) Una dieta ricca di nutrienti sembra aiutare a proteggere direttamente parti del cervello, mentre altri cambiamenti nella dieta / stile di vita come dormire bene, avere un approccio consapevole ai pasti, pianificare i pasti in anticipo e limitare lo stress possono anche portare a una mentalità più calma.

Questo post è stato utile per te?

+0
Ultimi articoli

Ti potrebbe interessare

Menu