Top

Yoga e Palestra – due discipline, un solo corpo

A molti piace chiedermi che cosa mi ha spinto a fare yoga e quale benefici mi porta. Potrei rispondere in molti modi, per esempio, potrei dire per lo stress, ma è qualcosa di più. Dopotutto, noi sportivi, oltre che all’equilibrio fisico, abbiamo anche bisogno di un equilibrio mentale.

Ma quello di cui vorrei parlarvi oggi non è proprio dell’attività yogica, ma dello Yoga abbinato a una frequente attività in sala pesi (o quel che sia) e quali benefici esso porta al nostro fisico sempre in “sforzo”.

Nelle Asana la respirazione prima di tutto

Per quanto la respirazione yogica e quella da “bilanciere” siano differenti, a mio parere, possono completarsi.

Ahimè tante volte, perché presi dalla fretta o da qualche pensiero che ci tormenta, la respirazione in palestra non è mai del tutto corretta: espirazioni fatte senza dar peso all’importanza per la spinta muscolare, per non parlare della classica apnea tipica di chi sta facendo uno sforzo ed è talmente preso con l’esercizio che si dimentica addirittura di respirare!

Da quando frequento Yoga la respirazione ha tutt’altra importanza. Essendo una disciplina annessa alle arti marziali orientali la respirazione non è altro che la leva che da la possibilità al nostro corpo di compiere qualsiasi tipo di azione nel modo più corretto!

Molto frequente nello Yoga è anche la, definita in modo semplice, “respirazione addominale” ovvero, semplicemente, una respirazione molto intensa e veloce effettuata col solo ausilio della bocca, non che praticata in posizioni molto intense: un “hard work” fidatevi.

Stretching, mai abbastanza

So di non essere l’unico che delle volte lascia in secondo piano lo stretching post allenamento, o per fretta non lo pratica con la giusta tecnica!

Beh, posso dire che in questo l’aiuto dello Yoga è essenziale! Dopo tutto per lo Yoga, il corpo è importante tanto quanto la mente, e molti esercizi per quanto facili possano sembrare hanno delle fondamenta razionali e delle varianti da contorsionismo! Quindi posso dire che l’abbinamento dello Yoga all’attività di palestra aiuti anche a sciogliere quei “nodi” che sbadatamente la palestra può causare.

Ma attenzione: lo Yoga fa tanto bene al corpo quanto la palestra fa meno bene allo Yoga, quindi consiglierei di praticare attività yogiche in uno dei giorni di riposo settimanali in cui non si farebbero solitamente attività di nessun tipo.

Equilibrio e postura, alla base di tutto

Qui tocchiamo un tasto molto importante: la postura di per sé è già molto importante, sia per prevenire dolori di vario tipo, sia per scaricare il corpo da tensioni che solitamente si accumulano sulle spalle, sia per dare slancio al nostro corpo e sia per non perdere centimetri di altezza ( per alcuni può giovare questa cosa , compreso me…).

Altrettanto importante è l’equilibrio: varie attività sportive lo utilizzano come strumento base, ma anche semplici esercizi come lo squat o gli affondi, con un migliore equilibrio, ci daranno un miglior risultato.

 

Quindi, ricapitolando:

  • respirazione corretta e idonea al tipo di attività che si sta svolgendo;
  • giusto stretching per snodarsi dai nodi dell’allenamento;
  • equilibrio e postura, per migliorare le nostre prestazioni

e la mente e il corpo vivono felici e contenti!

Concludendo posso dire che quest’attività così “inutile” per molti, tanto inutile non è.

 

In questo articolo parlo dell’argomento senza specifiche fonti scientifiche ma solo per esperienza personale.

Federico

"La vita è una corsa dove non puoi fermarti, quindi corri più che puoi." A volte decidi che è il momenti di prendere per mano la vita e migliorarla, è quello che è successo a lui, ex obeso, cibo dipendente e pigro da morire. Decise di lampo che era l'ora, e con giuste alimentazioni e attività fisica è riuscito a raggiungere i suoi obiettivi, creandosene di molti altri.

Vai alla barra degli strumenti