Top

Tre volte la mia prima volta

Si corre per tanti motivi.

Ad esempio per raggiungere un proprio obiettivo o per scappare dai problemi.

Nel corso del tempo credo che il motivo per il quale veramente corro è quello di gioire insieme alle persone che raggiungono i loro obiettivi. Ad esempio il caso vuole che domenica scorso ho concluso per la terza volta consecutiva la Mezza Maratona di Firenze e per la terza volta sono arrivato al traguardo “scortando” una persona che correva la sua mezza maratona per la prima volta:

  • due anni fa si trattava di Elena, una ragazza incontrata per caso intorno al 12° Km che era un po’ in crisi
  • l’anno scorso Daria, mia moglie, con la quale avevamo preparato con cura questo piccolo “evento”
  • domenica scorsa Maria, che non aveva mai corso più di 15 Km e che riteneva davvero improbabile riuscire ad arrivare in fondo (ma non si conosceva abbastanza, probabilmente)

Ecco, in tutti e tre i casi lacrime di gioia hanno coronato l’arrivo, scaricando tutta la tensione dei mesi di preparazione, della fatica, del dolore, delle privazioni ma anche della tensione e dell’adrenalina che le aveva spinte fino in fondo oltre quei 21 Km e quel traguardo, dove le attendeva la tanto agognata, sudata e meritata medaglia.

Io corro per questo. Per “far piangere” di gioia chi raggiunge i propri obiettivi di corsa. 🙂

Perché ogni volta è una prima volta se corri insieme con qualcuno che non ha mai provato certe sensazioni, certe emozioni e il suo pianto liberatorio in fondo è un po’ anche il tuo.

Durante gli ultimi Km ci siamo aiutati anche con Elisa (una ragazza di Genova che era in crisi verso il 18 Km) e con Isabella, una signora anch’essa incontrata negli ultimi 2 Km e che continuava a ringraziarmi perché la spronavo ad arrivare in fondo. Era una situazione buffa perché lei mi ringraziava e io le dicevo: “non ti preoccupare, risparmia il fiato, dai che ormai hai corso per 19 Km non vorrai mica mollare ora eh, o’ che tu’ se’ grulla”. Le parlavo così in fiorentino per farla un po’ sorridere. Ha funzionato.

Adesso devo pensare a un’altra corsa dove possa essere di nuovo una mia “prima volta” e riuscire a “far piangere” ancora qualcuno, ancora una volta 😀

Si accettano suggerimenti.

 

Lorenzo Lombardo

Appassionato di tecnologia e professionista del marketing e della comunicazione ha provato molti sport, cimentandosi a livello agonistico anche in sport cosiddetti “minori” come il lancio del martello e il ping-pong. Vuole aiutare chiunque a raggiungere il proprio piccolo/grande obiettivo legato alla corsa, sia scrivendo di questo argomento sia correndo fianco a fianco, diventando un pacer. Nel corso del 2017 è diventato responsabile di Firenze parkrun, iniziativa podistica gratuita presente in tutto il mondo e dal 2015 anche in Italia. Gli piace considerare il suo motto un vecchio proverbio africano: “se vuoi andare veloce cammina da solo, se vuoi andare lontano cammina insieme agli altri”.

Vai alla barra degli strumenti