Top

Shampoo bio per capelli rossi Luce di…, Scintilla Bio [recensione]

Questa recensione è un po’ speciale per me, perché oggi vi parlo di uno shampoo bio per capelli rossi che ha prodotto una mia amica. Sì, avete capito bene: una mia amica, Giulia Pagano, ha lanciato la sua linea di prodotti bio per i capelli. Lei segue ormai da qualche mese la mia situazione capelli, e ovviamente non vedevo l’ora di provare i suoi prodotti. Mi ha consigliato di usare la linea per i capelli rossi, in modo da accentuare i riflessi ramati sui miei capelli (radici al naturale, lunghezze decolorate dopo un malinteso col parrucchiere).

Oggi quindi vi parlo dello shampoo per rosse del nuovissimo brand Scintilla bio. Prometto che sarò obiettiva, anche perché credo che un consiglio o una critica costruttiva possa sempre aiutare. La linea per capelli a base di erbe tintorie di Giulia però non finisce qui: ci sono anche prodotti per capelli biondi, castani e neri. Ogni linea ha il proprio shampoo, olio di argan e maschera per capelli.

Ecco cosa dice il sito biologicamentechic.it, dove possiamo trovare in vendita anche gli altri prodotti della linea:

Shampoo per capelli rossi con hennè e robbia. Accendi la fiamma del tuo colore!

Il concept dell’azienda è tutto studiato sull’utilizzo delle erbe tintorie per esaltare luce e dare riflessi in 4 colori di capelli: biondo, rosso, nero e castano.
In ogni prodotto sono contenute le erbe specifiche per il colore alle quali il prodotto si rivolge.

USO: Agitare prima dell’uso, applicare una noce di prodotto sui capelli bagnati, massaggiare la cute con cura per alcuni minuti e risciacquare abbondantemente. Se necessario ripetere l’operazione.

INCI: Acqua, ammonium lauryl sulfate, cocamidopropyl betaine, sodium myristoyl glutamate, glycerin, aloe barbadensis leaf juice, avena sativa kernel extract, panicum miliaceum extract, argania spinosa kernel oil, cinnamomum zeylanicum leaf oil, lawsonia inermis leaf powder, rubia tinctorum root powder, , cocamidropopyl hydroxysultaine, sodium chloride, eugenol, benzyl alcohol, phenoxyhetanol, sorbitan caprylate, benzoyc acid, linalool, benzyl benzoate, cinnamal, citric acid, limonene, sodium benzoate, potassium sorbate.

Tutti i prodotti della linea sono certificati ecobio AIAB (Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica),  il che significa (dal loro sito):

Il marchio Bio Eco Cosmesi AIAB, il primo riconoscimento sulla cosmesi biologica in Italia creato oltre 10 anni fa, garantisce che gli operatori aderenti rispettino un disciplinare specifico. Seguono i principi cardine di AIAB, una lista di prodotti ammessi e non ammessi, ma soprattutto un insieme di buone pratiche:
– assenza di materie prime non vegetali allergizzanti e irritanti o ritenute dannose per la salute dell’uomo;
– prodotti completamente OGM free;
assenza di sperimentazione animale;
– utilizzo di prodotti agricoli e zootecnici provenienti da agricoltura biologica certificata;
– assenza di materiali non sostenibili dal punto di vista ecologico, sia nel prodotto che nell’imballaggio.

Ma adesso veniamo a noi: come scrivo in ogni recensione, la mia cute grassa e i miei capelli finissimi devono essere trattati con cura, dunque sono abbastanza esigente. Questo shampoo, oltre all’henné e alla robbia, è aromatizzato alla cannella. L’aroma a me piace moltissimo e rimane sui capelli, anche dopo due giorni in mezzo allo smog della città.

La robbia è un’erba tintoria, e dal sito Le erbe di Janas (dove potete trovare queste erbe tintorie da mescolare per fare vari intrugli super nutrienti per i capelli) ecco una breve spiegazione della sua funzione:

La Robbia è una pianta tintoria che colora di rosso, conosciuta anche con il nome di Garanza. Aggiunta all’hennè ne intensifica il colore facendolo virare a toni ciliegia intenso. In Ayurveda è nota con il nome Manjistha, favorisce la guarigione dei tessuti cutanei danneggiati da lesioni o infezioni. Disintossica e nutre allo stesso tempo. Quest’ Erba offre un aiuto anche contro il prurito da ezcema, psoriasi, dermatiti, vitiligine e acne. La Manjistha in polvere è comunemente utilizzata per contribuire a schiarire le macchie scure della pelle ed altri tipi di discromie.

Lo shampoo va agitato prima di usarlo, perché le erbe tintorie si depositano sul fondo. Il liquido è trasparente e leggero. La detersione è buona, pulisce bene la cute senza rimanere aggressivo. A me ne basta una sola passata, cerco di massaggiare bene la cute e poi lo risciacquo. Quando asciugo i capelli, questi rimangono leggeri e brillanti. Non ha una particolare azione sgrassante, quindi la frequenza di lavaggio rimane la stessa per me. Già dopo due o tre utilizzi devo dire che noto un’intensificazione dei riflessi rossastri, una tonalità calda e piacevole sulle lunghezze.

Consiglio questo shampoo un po’ a tutti, dato che non è studiato particolarmente per nessun tipo di cute ma per pigmentazione di capello. Va bene per i lavaggi frequenti, dato che è molto delicato. La profumazione di cannella è molto intensa, quindi se non vi piace la fragranza evitatelo.

Un flacone da 250 ml costa 9,90€, ed ha un PAO di 12 mesi. Lo trovate per esempio su questo sito o presso dei rivenditori autorizzati in zona Lucca.

Shally

Sabrina, detta Shally, studentessa fuorisede e aspirante interprete. Dopo il primo fitness tracker nel 2013 cambia stile di vita, interessandosi al mondo del fitness. Runner per caso, patita di sushi, avida lettrice sempre alla ricerca di qualcosa da imparare!

Vai alla barra degli strumenti