Top

Lo zenzero

Lo zenzero è una pianta erbacea delle zingiberaceae Zingiberaceae (la stessa famiglia della curcuma) originaria dell’Estremo Oriente, presenta un fusto sotterraneo formato da un rizoma (che erroneamente tutti chiamano radice) di color beige da cui partono i fusti vegetativi, si sviluppa meglio nei luoghi tropicali dove sono alte sia la temperatura che l’umidità.

Con un po’ di pollice verde, quindi non sto parlando per esperienza personale, è possibile anche coltivarlo in casa, in terra o in vaso, vi “basterà” piantare il rizoma ed innaffiare spesso ma con poca acqua, l’ideale sarebbe vaporizzarla, avendone molto cura in inverno perché le basse temperature potrebbero danneggiare la pianta.

Viene impiegato da millenni nelle pratiche ayurvediche orientali per le sue molteplici proprietà, ve ne elenco alcune:

Vs nausea  in particolare è molto apprezzato in caso di nausea da gravidanza, mal d’auto e mal di mare

– Vs l’influenza, è uno stimolante del sistema immunitario ed aiuta a combattere raffreddore e febbre

Vs tosse e mal di gola, è considerato anche antinfiammatorio ed antisettico ed aiuta in caso di faringiti, laringiti e tracheiti ed io, che spesso ne sono vittima spesso preparo un decotto con un paio di centimetri di zenzero fresco fatto sobbollire per qualche minuto in acqua a cui aggiungo un cucchiaino di miele. Quando proprio ho la gola in fiamme ne mangio 1 cm in purezza, è una prova di coraggio ma davvero efficace!!!

aiuta la digestione

anticoagulante

abbassa i livelli di colesterolo

e….. udite udite, questa proprietà a noi donne piace un sacco, pare sia dimagrante in quanto un ottimo termogenico!!!

Lo zenzero ha anche poche calorie, per 100 g ne ha:

  • 80 kcal – ed inoltre contiene:
  • 1,8 g proteine
  • 18 g carboidrati (1,7 g di zuccheri)
  • 2 g fibre
  • 0,8 g grassi
  • 13 mg sodio
  • 415 mg potassio
  • 16 mg calcio
  • 43 mg magnesio
  • 0,6 mg ferro
  • 5 mg vitamina C
  • 0,2 mg vitamina B6

Quindi sbizzarritevi anche in cucina, questa spezia (stimolante e tonica), dal gusto leggermente piccante e che ricorda il limone si sposa bene con i secondi di carne e pesce ma è molto usata anche nei dolci, come nei famosissimi gingerbread.

 

Controindicazioni

Lo zenzero non va assunto in caso di allergia ad una o più delle sue componenti, non bisogna abusarne e soprattutto è necessario consultare il medico prima consumarlo in caso di:

Gravidanza

Assunzione di farmaci antifiammatori

In caso di infiammazioni intestinali

In caso di assunzione di farmaci anticoagulanti a causa dell’effetto fluidificante delle zenzero.

Fateci sapere nei commenti come usate lo zenzero e se vi piace! 🙂

Ilaria

Ilaria, 32 anni, sportiva da sempre, amante della natura, vegetariana, sempre alla ricerca di nuovi stimoli e nuove esperienze in cui cimentarsi. Lettrice onnivora condivide il suggerimento di Mark Twain "Esplora. Sogna. Scopri"

Vai alla barra degli strumenti