Top

Corsa nottura a Firenze. La magia a casa mia.

Il caldo asfissiante di questi giorni mi ha portato a cercare delle corse notturne da poter correre al fresco della sera (beh si, più o meno a dire il vero).

La corsa che ho scelto è stata la cosiddetta “Notturna di San Giovanni” (la corsa più antica d’Italia!) che da 78 anni si corre a Firenze il fine settimana precedente al giorno in cui si festeggia San Giovanni, il 24 giugno, santo patrono della città.

Partenza e arrivo sono in piazza Duomo, proprio accanto a piazza San Giovanni. Molti forse non lo sanno ma la grande piazza antistante la facciata di piazza Duomo a Firenze ha davanti a sé l’enorme battistero intitolato a San Giovanni e la piazza che si sviluppa dietro il battistero si chiama piazza San Giovanni.

La magia di correre a Firenze la sera è unica: i turisti accaldati che si godono un buon gelato (che fame!), le persone sorridenti e rilassate (beate loro!), la luce del tramonto che “accende” i monumenti colorandoli dei suoi colori caldi (vengono davvero foto incredibili a Firenze al tramonto!). E’ una grande festa di colori, profumi, sorrisi.

Il percorso si sviluppa tutto nel centro storico pedonale. Una goduria per correre in tutta tranquillità. L’unico problema in realtà è il caldo e la mancanza di vento: le strade strette del centro infatti sono l’ideale nelle giornate ventose invernali ma con il caldo di questi giorni e la pressoché totale assenza di vento abbiamo sudato tutti come non mai.

I km passano veloci, tra un sorriso, una battuta ma anche la concentrazione necessaria a percorrere qualche falsopiano che se non si sta attenti rischia di farti bruciare troppe energie e poi sono dolori… letteralmente. 🙂

Al 5 km siamo tutti in attesa del ristoro ma niente. Nessuna traccia. Qualcuno addirittura si ferma a imprecare e a maledire l’organizzazione. Effettivamente con il caldo il ristoro è una benedizione già a partire dal km 4 ma in realtà per motivi logistici (immagino) il ristoro arriva solo in prossimità del km 6. Un po’ tardino per tanti. E poi niente sali ma solo acqua (tiepida) e the (caldo) insomma, un po’ da dimenticare.

Si riparte e qui inizia la rincorsa vera per il tempo. Spingi spingi decido di provare a fare il mio migliore tempo dell’anno. Niente da fare. Per poco meno di un minuto non riesco. Fa niente. Il caldo questa volta ha vinto, ma la prossima volta ci riproviamo con maggiore determinazione.

La corsa notturna più antica d’Italia è terminata al 10 Km ma la magia di correre la sera a Firenze continua tutte le sere e chissà che nei prossimi giorni non troverò un’altra buona occasione per correre.

Se passate da Firenze avvertitemi. Alla prossima!

 

Lorenzo Lombardo

Appassionato di tecnologia e professionista del marketing e della comunicazione ha provato molti sport, cimentandosi a livello agonistico anche in sport cosiddetti “minori” come il lancio del martello e il ping-pong. Vuole aiutare chiunque a raggiungere il proprio piccolo/grande obiettivo legato alla corsa, sia scrivendo di questo argomento sia correndo fianco a fianco, diventando un pacer. Nel corso del 2017 è diventato responsabile di Firenze parkrun, iniziativa podistica gratuita presente in tutto il mondo e dal 2015 anche in Italia. Gli piace considerare il suo motto un vecchio proverbio africano: “se vuoi andare veloce cammina da solo, se vuoi andare lontano cammina insieme agli altri”.

Vai alla barra degli strumenti